GP Spagna: Robert Kubica torna al volante della Williams nelle FP1

Il pilota polacco tornerà al volante della FW41 in occasione del GP di Spagna, in scena questo weekend al Montmelò. Robert tornerà a presenziare in un weekend di gara dopo ben otto anni dalla sua ultima gara, disputando le prime prove libere.

Inizialmente designato come sostituto di Felipe Massa in Williams, Robert si è dovuto accontentare del ruolo di pilota di riserva per la scuderia di Grove e tre apparizioni nelle PL1. Occasione comunque ghiotta per poter dimostrare il suo talento, la sua esperienza e magari mettersi in mostra per candidarsi a un posto da titolare nel 2019.

La FW41 non sarà nuova per lui, Robert ha infatti avuto il piacere di guidarla nei test precampionato, ottenendo ottimi riscontri cronometrici. Il polacco come annunciato da Paddy Lowe andrà ad affiancare Lance Stroll, sostituendo il russo Sergey Sirotkin.

La prima sessione di prove libere, sarà per Robert un piccolo banco di prova in attesa dei due giorni di test che si terranno subito dopo il weekend di gara proprio a Barcellona. Paddy Lowe si è espresso favorevolmente nei confronti del test concesso a Robert e ritiene che sia necessario per via del fatto che il weekend di Spagna potrebbe risultare molto impegnativo per la squadra. Inoltre, Lowe ritiene che l’esperienza di Kubica potrà essere molto importante per il futuro: “Robert parteciperà alle FP1 al posto di Sergey. Venerdì avremo molto da fare perchè porteremo degli sviluppi, quindi il feedback di Robert sarà fondamentale per noi”.

Lowe ha poi parlato dei test che si terranno lunedì e martedì: “Nè Lance Stroll nè Sergey Sirotkin saliranno in auto durante i test. Questi due giorni ci serviranno per far progredire l’auto e cercare di capire dove possiamo essere competitivi. Lunedì e martedì avremo in pista Robert ed il nostro giovane pilota ufficiale Oliver Roland. Il programma sarà serrato, quindi potrebbe esserci alternanza tra mattina e pomeriggio, ancora non abbiamo deciso”.

Dal canto loro, i piloti titolari sono molto tranquilli in merito al lavoro della squadra e sono convinti che la squadra potrà colmare il gap con chi li precede. In merito ai test, Stroll ha dichiarato: “Barcellona non è tra i miei circuiti preferiti ma è molto impegnativo. Forse non lo amo per via del fatto che i test li facciamo sempre qua e l’ho percorso così tante volte che ormai mi sembra quasi noioso”.