Hamilton davanti a Rosberg nelle ultime qualifiche stagionali a Yas

ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - NOVEMBER 24: World Championship contenders Lewis Hamilton of Great Britain and Mercedes GP and Nico Rosberg of Germany and Mercedes GP pose for a photo before conducting a press conference during previews for the Abu Dhabi Formula One Grand Prix at Yas Marina Circuit on November 24, 2016 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Lars Baron/Getty Images)


La battaglia finale per il titolo ha visto nelle qualifiche i 2 “scacchisti” Rosberg e Hamilton fare le loro prime mosse in vista della importantissima gara di domani.

Alla fine entrambi i piloti Mercedes riescono a centrare il loro obiettivo, con Lewis Hamilton che fa la sua dodicesima pole position stagionale con il miglior crono di 1:38.755 e domani partirà davanti a tutti per cercare di vincere il Gran Premio, mentre Nico Rosberg si piazza a 3 decimi dal suo rivale, ma in prima fila con Lewis, ricordando che a Nico occorre un terzo posto per assicurarsi il mondiale. Domani il tedesco della Mercedes dovrà sperare di fare una partenza senza problemi.

I 2 team che possono fare da giudici(Ferrari e Red Bull) invece non sono riusciti nel momento decisivo a stare al passo delle freccie d’argento, con Daniel Ricciardo che riesce a partire in terza posizione e ad essere il primo del duo Ferrari-Red Bull, con i 2 ferraristi Raikkonen e Vettel che domani partiranno quarto e quinto, mentre Verstappen chiuderà la seconda fila.

Quarta fila tutta Force India con Hulkenberg che alla sua ultima gara nel team indiano parte davanti al suo compagno Sergio Perez. Nono posto per Alonso con la McLaren-Honda mentre Felipe Massa partirà decimo alla sua ultima gara in carriera.

Una buona qualifica per il brasiliano che riesce a qualificarsi alla Q3 e a partire davanti a Valterri Bottas(primo eliminato della Q2) e Jenson Button(anche lui alla sua ultima gara in F1), 13o e 14o posto per le 2 Haas con Gutierrez davanti a Grosjean.

Buona prestazione anche per Palmer e Wehrlein che riescono a passare al taglio della Q1 e a partire in 15a e 16a posizione, delusione Toro Rosso con Kvyat 17o e Sainz 21o, 18o e 19o le Renault e Manor di Magnussen e Ocon, mentre per le Sauber 19o Nasr e ultimo Ericsson.