Hamilton: “Pensavamo di essere più vicini”

Per il pilota numero 44 della Mercedes, il weekend di Melbourne è sicuramente da ricordare. Per lui, quella del 2019 è l’ottava pole position conquistata sul tracciato di Melbourne. Lewis ha anche conquistato il record della pista, abbattendo quello della passata stagione (appartenente a lui).

Al termine della qualifica, tra intervista in griglia di partenza e conferenza stampa, ha dichiarato: “Credevamo di essere più vicini. Al termine dei test non credevamo davvero che la situazione fosse questa. Speravamo di essere davanti, ma non ne eravamo convinti. Dobbiamo questa pole position ai ragazzi in factory perchè sono stati davvero incredibili e hanno fatto un gran lavoro. Anche Valtteri è stato bravissimo, arrivando molto vicino a me. Ci aspettiamo una stagione esaltante. Non sapevo di aver raggiunto un record siglando l’ottava pole su un tracciato, ma è molto bello”

Il britannico ha poi proseguito: “Ho commesso un grave errore nel primo tentativo, e nel secondo run non è detto che ci si migliori sempre. Quindi non posso che essere soddisfatto, anche perchè riuscire a battere Valtteri in una giornata in cui lui è così veloce, vuol dire avere qualcosa in più. SIamo riusciti a fare un grande step a livello di performance pura da Barcellona a qua. Siamo riusciti anche a sistemare diversi aspetti relativi all’assetto della vettura. Ad ogni modo, non mi aspettavo di vedere una così grande differenza di performance tra noi e gli avversari. Quindi posso dire che non potevamo iniziare meglio di così”

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.