Hamilton in Pole a Interlagos con Rosberg accanto, terza la Ferrari con Raikkonen.


C’è aria di grande gara in Brasile, e non solamente vedendo i risultati delle qualifiche, ma per quello che potrebbe capitare domani con la pioggia. Interlagos+pioggia e si ricorda i titoli decisi nel 2007 a favore di Raikkonen, nel 2008 a favore di Hamilton e nel 2012 a favore di Vettel. Oggi non ci sono stati rovesci all’Autodromo Jose Carlos Pace, ma si è creato un clima umido che non è piaciuto ai piloti.

Comunque, Lewis Hamilton si prende la Pole Position del GP Brasile grazie al miglior crono di 1:10.736. Nessun problema per il pilota brittanico che a parte le FP3 è sempre stato il più veloce a Interlagos e domani partirà con l’intezione di vincere per mettere la sua prima firma nella terra del suo idolo(Ayrton Senna) e per rimandare la sfida per il titolo all’ultima gara ad Abu Dhabi.

Accanto a lui partirà l’altra Mercedes del leader del campionato Nico Rosberg, distanziato di 102 millesimi dal suo rivale per il titolo. Solita prima fila dominata dalle freccie d’argento, ma con il tedesco che domani avrà davanti a sè una gara difficile, ovviamente per le condizioni meteo ma anche perchè con Ferrari-Red Bull molto vicine, Rosberg potrebbe passare da vincere il suo primo titolo iridato con una gara d’anticipo a far riaprire del tutto la lotta per il campionato.

Il posto subito dietro le 2 Mercedes spetta alla Ferrari di un grandissimo Kimi Raikkonen, che seppur distanziato di 668 millesimi da Hamilton è riuscito a prendersi la terza casella per la griglia di partenza. Insieme al finlandese in seconda fila ci sarà la Red Bull di Max Verstappen che è riuscito per 10 millesimi a negare una seconda fila tutta rossa con Sebastian Vettel che dunque partirà quinto e in terza fila accanto all’altra Red Bull di Daniel Ricciardo.

Il “primo degli altri” è la Haas di un grande Romain Grosjean in settima posizione, le 2 Force India di Hulkenberg e Perez partiranno ottavo e nono sulla griglia mentre Fernando Alonso partirà decimo con la McLaren-Honda. Delusione per la Williams con Bottas che è il primo degli eliminati in Q2 e l’idolo locale Felipe Massa che partirà solamente tredicesimo, con in mezzo la Haas dell’uscente Gutierrez. 14° e 15° le 2 Toro Rosso con Kvyat davanti a Sainz, mentre un Jolyon Palmer fresco di rinnovo con la Renault riesce a fare una buona qualifica, superando il primo taglio e piazzandosi sedicesimo in griglia, mentre il suo compagno Kevin Magnussen(futuro pilota Haas) non riesce a superare la Q1 e partirà 18° in griglia, nel mezzo la McLaren di un deluso Jenson Button. Decima fila per la Manor con Wehrlein e Ocon che battono le Sauber di Ericsson e del pilota di casa Felipe Nasr, ultimo in griglia.