Hamilton fa sua la pole in Messico davanti a Rosberg. Ferrari indietro

La qualifica è stata emozionante come da miglior previsione, però per le rosse questi risultati sono un vero e proprio boccone amaro (amarissimo) da mandare giù.

Non è il risultato a sorprendere più di tanto, con Lewis Hamilton che fa la Pole Position e la solita prima fila tutta Mercedes con Rosberg secondo, ma per come è arrivato. Se per l’inglese non è stato complicato, Nico ha sudato per partir accanto al suo rivale, riuscendo proprio all’ultimo giro a fare un giro che è lontano dal 1:18.704 del 3 volte campione del mondo in carica, ma che riesce a superare le altre macchine che si erano messe in mezzo alle freccie d’argento.

La seconda fila è assegnata alle 2 Red Bull di Verstappen e Ricciardo, che proprio all’ultima giornata si svegliano e riescono a raccogliere un ottimo risultato in vista della gara di domani. In particolare forma l’olandese, che è stato il più veloce dopo la FP2 e sognava di inserirsi tra le 2 Mercedes e andare in prima fila.

Quinto posto per un ottimo Nico Hulkenberg che mette la Force India in terza fila, il tedesco è risultato sempre più forte e veloce del suo compagno di squadra Sergio Perez, che in casa sua non va oltre il dodicesimo posto nelle qualifiche.

Mentre per la Ferrari un inizio da paradiso è un finale da inferno: se nel Q1 e nel Q2 le rosse sono state sempre velocissime e al pari anche delle Mercedes, nel Q3 il circuito si alza di temperatura e loro non riescono più a replicare i risultati eccezionali ottenuti nelle precedenti sessioni. Quindi la qualifica finisce malissimo con Raikkonen sesto e Vettel settimo,entrambi saranno chiamati domani alla rimonta, sfruttando anche le gomme Soft con cui partiranno in griglia(insieme alle Mercedes).

Dietro le Ferrari troviamo le 2 Williams con Bottas ottavo e Massa nono, Carlos Sainz chiude decimo facendo già un gran risultato a portare alla Q3 la Toro Rosso. Primo degli esclusi della Q2 Fernando Alonso con la McLaren-Honda, il compagno Jenson Button si qualifica tredicesimo, ottima qualifica in 15a e 16a posizione per la Sauber di Ericsson e la Manor di Wehrlein.

Disastro per la Haas, con il pilota locale Gutierrez eliminato in Q1 in 17a piazza e Grosjean ultimo classificato(21o posto) e arrabbiato proprio col messicano per un testacoda che ha escluso il francese dalla lotta per passare nei primi 16, problemi alla macchina per Kvyat e 18o posto in griglia per lui, Palmer non ha preso nemmeno parte alle qualifiche per un problema al telaio.