Helmut Marko: “Red Bull pronta per il mondiale, Renault non so. Ferrari? Dietro di noi”

Come sempre la tensione sale mentre ci avviciniamo all’avvio del mondiale di Formula 1. E come sempre, gente dentro e fuori del paddock comincia a dire la sua per la lotta ai titoli iridati. Oggi i riflettori sono puntati su Helmut Marko, che oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni che, come sempre, faranno discutere. La RB14 infatti dovrà cercare di riconquistare un titolo che alla Red Bull manca da 5 anni. E i test sembrano vederla molto più vicina, se non appaiata, al duo Mercedes-Ferrari.

“La monoposto non mi preoccupa.” – commenta il boss austriaco – “Essa è figlia di un progetto ancora più sofisticato di quello dello scorso anno. Finora tutto è andato come nelle aspettative. Lo scorso anno eravamo riusciti a vincere una gara di ‘potenza’ senza favori altrui (Malesia). Se la Red Bull può vincere il mondiale? Sul piano del telaio, si. E la PU Renault? La Mercedes faceva la differenza in qualifica con un vantaggio di circa 3 decimi dovuti al loro motore. Quindi non so, dovremmo verificare questo aspetto a Melbourne.”

E che dire della Ferrari, che l’anno scorso ha portato la lotta mondiale a livelli che non si erano visti dal 2012, quando proprio la Red Bull di Vettel ha trionfato sulla Rossa di Alonso? Oggi ha fatto il record (non ufficiale) con Vettel, ma al capo del team austriaco non sembra avere molta importanza. “E’ difficile da valutare, ovviamente non conosciamo il carburante che loro o gli altri usano.” – dice Marko – “Ma se dobbiamo usare un valore medio, direi che su questa pista siamo davanti alla Ferrari. Insomma, la contesa è già accesa.