Honda: la ‘Spec D’ arriverà a Sochi

Secondo alcune indiscrezioni la Honda avrebbe preparato la quarta specifica della power unit 2018 che sarà anche più potente di quella Renault

La Honda ha terminato la messa a punto ed i test su banco della quarta evoluzione della power unit V6 che equipaggia attualmente le Toro Rosso di Gasly e Hartley.

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal noto giornalista Albert Fabrega e da Ziggo Sport, la nuova specifica nipponica porterebbe la potenza dovrebbe portare un aumento di potenza notevole. La potenza totale della power unit arriverà ad oltre 900 cavalli, con 750 garantiti dall’unità termica.

Con la potenza dell’unità elettrica fissata da regolamento, la power unit Honda dovrebbe arrivare a poco più di 910 cavalli. La power unit Renault, invece, con 730 cavalli forniti dall’unità termica, rimarrebbe di poco sotto quota 900.
Dopo tanti anni di sofferenza quindi, la Honda può finalmente sfidare la sua diretta rivale francese.

Alla Honda va dato il merito di aver lavorato giorno e notte (nel vero senso della parola) per anticipare di quasi un mese il debutto della nuova power unit.
Le sostituzioni erano infatti previste per il Gran Premio delle Americhe ma, vista la volontà di fare bene a Suzuka, i tempi sono stati accorciati.
A fare pressione sugli sviluppi della Honda ci sarebbe anche Helmut Marko, frettoloso di vedere se la sua scelta di legarsi alla Honda è stata azzeccata.

Inoltre, sembra che il clima tra le parti sia abbastanza disteso, con i tecnici Red Bull che hanno lavorato a fianco ai tecnici Honda per sviluppare alcune componenti dell’attuale Toro Rosso. Questo proprio perchè la Red Bull sta monitorando anche i dati della scuderia di Faenza per prepararsi al meglio alla prossima stagione. Basti pensare che i tecnici delle due parti avevano già realizzato i componenti della trasmissione della STR12 spinta dalla power unit Honda.

Con i piloti della Toro Rosso ben disposti a fare da tester e collaudatori, e con una buona prospettiva di crescita di Honda, i vertici della Red Bull saranno già felici per la prossima stagione…