Horner: “Costruiremo il team attorno a Max!”

Sia Verstappen che Ricciardo, sono ormai da tempo considerati al pari dei top driver che militano in Mercedes o in Ferrari.

Tuttavia Cristian Horner, team principal della scuderia anglo-austriaca, ritiene che permettere ai piloti di battagliare liberamente possa offuscarne la loro stella rispetto ad Hamilton o Vettel.

Ad Autosport, Horner ha dichiarato che intende costruire un team strutturato come Ferrari e Mercedes: “Vedo costantemente la forza della mia squadra. Max ha fatto segnare diversi record di questo sport: il più giovane pilota a punti, il più giovane a vincere una gara ed il più giovane a centrare una doppia vittoria.”

Guardando agli altri piloti, Horner dice: “Hamilton rimarrà in Mercedes, Vettel ha rinnovato fino al 2020 con la Ferrari, perchè noi non dovremmo costruire la squadra attorno a Max Verstappen?”

Horner ha poi elogiato Verstappen per questa stagione difficile ma comunque ricca di soddisfazioni per la Red Bull: “Nonostante la giovane età, Max ha la testa di un veterano: nei momenti difficili non si è fatto mai sopraffare dalla frustrazione ed ha continuato a lavorare sodo. In Malesia ha tirato fuori una grande prestazione, guidando senza problemi e facendo una grande corsa.”

“Ha appena vent’anni ed è uno dei piloti più popolari, se non il più popolare, della Formula 1 – prosegue Hornere sta continuando a crescere sotto ogni punto di vista. Cresce di domenica in domenica ed è evidente come stia colmando le sue lacune con la voglia di fare bene. Sta completando la sua terza stagione, e lo sta facendo ad un livello fenomenale!”

Horner ha concluso: “Le brutte situazioni che abbiamo vissuto durante il campionato ci hanno fatto apprezzare di più la vittoria di Sepang. In molte gare potevamo portare entrambe le vetture in buona posizione ma siamo stati molto sfortunati. Ha avuto quattro problemi meccanici senza dei quali sarebbe potuto essere terzo o quarto nel campionato piloti. E’ eccitante pensare al futuro che avrà Max. Ed è per questo che punteremo su di lui.”