Il giorno in cui ci siamo ricordati che la F1 è fatta da uomini

Durante il GP del Bahrein è accaduto qualcosa che non vedevamo da molto tempo e che ci ha fatto ricordare qualcosa di davvero importante: la Formula 1 è fatta da uomini, non da macchine. Uomini che sbagliano, che si distraggono, che festeggiano e che, a volte, si fanno davvero male per farci ammirare questo sport unico e irrimediabilmente assuefacente.

Era dai tempi dei vecchi pit stop con rifornimento che non si vedeva un meccanico così sofferente in un box a causa di un errore commesso durante le fasi di pit stop. Certo, anche negli ultimi anni si è visto qualche piccolo incidente, ma un meccanico con una gamba rotta, sdraiato in pitlane in attesa dei soccorsi non si vedeva da tempo.

Durante il GP del Bahrein è accaduto che i sopracitati uomini hanno fatto tutto quanto elencato sopra, dai festeggiamenti alle distrazioni.

Raikkonen rientra al trentaseiesimo giro per la sua seconda sosta ma durante il pit stop qualcosa va storto: il dado del pneumatico posteriore sinistro non si svita, erroneamente i meccanici rimettono la monoposto a terra, semaforo verde e patatrac. Dalle prime immagini non si capisce bene cosa sia accaduto, si vede Kimi fermo davanti ai box Force India ed un meccanico a terra. Solo in un secondo momento, le immagini che arrivano dalla telecamera posta sul semaforo dei pit stop ci faranno capire cosa sia davvero successo.

Intanto, è necessario capire come si affronta il pit stop. Su ogni ruota lavorano tre meccanici: uno si occupa di rimuovere il vecchio pneumatico, uno si occupa di avvitare e svitare il dado che tiene il pneumatico ancorato al mozzo e uno si occupa di inserire il pneumatico nuovo sul mozzo. Il tutto in circa due secondi.

Il meccanico infortunato oggi è l’uomo che dovrebbe togliere il pneumatico da sostituire per poi fare un passo per allontanarsi dalla vettura in modo da non essere colpito durante la ripartenza. Purtroppo, proprio durante la ripartenza, il meccanico è stato colpito dalla monoposto del finlandese che, totalmente incolpevole, ha seguito le indicazioni del semaforo.

Il semaforo però, dal momento che il pneumatico non era stato sostituito, non doveva essere verde e nonostante quel semaforo diventi verde in automatico, è possibile fare un over ride manuale del sistema per accendere una luce piuttosto che un’altra.

L’errore è stato certamente umano, ma non vogliamo cercare colpevoli. Vogliamo solo augurare pronta guarigione a Francesco, l’uomo che ci ha ricordato che la Formula 1 è fatta da uomini.

Credit Photo: AFP

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.