La FIA conferma l’introduzione dell’Halo per il 2018!

Con un annuncio a sorpresa e un parere delle squadre confuso, lo Strategy Group ha ufficializzato l’utilizzo dell sistema di protezione del cockpit ‘Halo‘ per le monoposto di Formula 1 del 2018. Nel meeting di Ginevra, secondo il comunicato della FIA, si è anche discusso di una riduzione dei costi (per i dettagli dovremmo attendere settembre).

Sicuramente una decisione che andrà conto il volere non solo dei fan ma anche dei team e piloti. Provato molte volte nella stagione 2016, i pareri che uscirono fuori dalle bocche dei piloti erano molto discordanti e lasciavano pensare ad una bocciatura definitiva dell’Halo, tanto da provare altri sistemi come lo ‘Shield’. Ma quest’ultimo, utilizzato da Vettel nelle libere di Silverstone, è stato bocciato senza appello dal pilota tedesco, lasciando la FIA a realizzare che l’Halo è la migliore soluzione attuale, nonostante 9 dei 10 team del mondiale in corso erano a sfavore.

Ed è già caos nei social dove tifosi e appassionati vanno contro il sistema di cockpit che secondo loro va a ‘snaturare lo spirito della F1’. C’è stato anche un diverbio su Twitter tra i 2 ex-piloti di F1 Alexander Wurz e Martin Brundle, con l’austriaco che ha scherzato e ha scritto se i tifosi preferivano il ban dell’Halo o corse più emozionante e costi più ridotti, mentre l’inglese non capiva come i 2 punti siano collegati e si aspetta che l’Halo nascondi i ‘gladiatori’ in pista.

E voi da che parte state? Siete pro o contro l’Halo?