La Force India nega di aver favorito Hamilton a Monaco

© XPB Images

Il capo delle operazioni della Force India, il britannico Otmar Szafnauer, ha spiegato cos’è accaduto a Montecarlo, negando che Ocon sia stato invitato a far passare Lewis Hamilton.

Dopo questo episodio, diversi team hanno fatto richiesta alla FIA di indagare sull’accaduto. La Federazione, dopo aver indagato a fondo, ha annunciato che tutto sembra essere regolare quindi non ci saranno azioni contro i piloti o i team.

Alla vigilia del Gran Premio del Canada quindi, Szafnauer ha deciso di spiegare quanto accaduto a Monaco.
“Stavamo facendo la nostra gara e Lewis non era il nostro obiettivo” ha dichiarato il britannico. “Abbiamo quindi deciso di lasciarlo passare per non perdere tempo e ci siamo difesi da chi ci seguiva. Ecco perchè abbiamo suggerito a Esteban di non perdere tempo. Puoi cercare di tenerlo dietro, ma perdi tempo sia contro Hamilton che contro chi stai gareggiando.”

L’uscita del tunnel, momento in cui Ocon fa passare Hamilton

 

Anche Andrew Green, direttore tecnico della Force India, si è schierato a favore del pilota francese: “Lo facciamo sempre. Quando arriva una macchina veloce, che non corre contro di noi, ci facciamo da parte senza complicare le cose per noi e per gli altri. Cerchiamo di perdere il minor tempo possibile, e puoi perdere anche un secondo al giro se cerchi di difenderti strenuamente. Non c’era motivo di perdere tempo a correre con una Mercedes. Ha perso il minor tempo possibile senza che noi li dicessimo niente”

Ocon ha sottolineato che resistere ad Hamilton non aveva senso: “Sono sorpreso dal fatto che sia diventata una questione così grande. Forse non abbiamo saputo dare una spiegazione adeguata al termine della gara. Non correvo contro Lewis. Aveva 20 secondi di vantaggio su di me perchè aveva pittato. Aveva anche gomme nuove. Non volevo perdere tempo su Gasly e Alonso e mi sono fatto da parte. La mia gara era contro loro due, non contro Lewis. Se la mia gara fosse stata contro Lewis, avrei combattuto al massimo delle mie possibilità senza alcun problema.”