La moglie di Michael Schumacher: “Stiamo facendo tutto il possibile per aiutarlo”

Ad un giorno dal suo 50° compleanno, Corinna e la famiglia Schumacher 'rompono il silenzio' sulle sue condizioni

Tra un giorno Michael Schumacher avrà 50 primavere dietro di se. E continua a lottare nel suo lungo percorso di recupero dopo l’incidente sulle nevi di Meribel di 5 anni fa. Le sue condizioni rimangono ancora avvolte nel mistero, nonostante escano alcuni voci e rumours sul suo conto. Fortunatamente però ci sono anche delle buone notizie, come la notizia di Jean Todt che ha guardato il GP Brasile di quest’anno insieme al 7 volte campione del mondo.

La moglie Corinna Schumacher, insieme alla sua famiglia, ha rilasciato su Facebook un comunicato ufficiale all’indomani del suo 50° compleanno. “Siamo molto felici di celebrare insieme a voi domani il cinquantesimo compleanno di Michael e vi ringraziamo dal profondo del nostro cuore del fatto che possiamo farlo insieme. Come regalo per lui, tutti noi e la Fondazione Keep Fighting abbiamo creato un museo virtuale.  L’app ufficiale di Michael Schumacher sarà distribuita domani, così da poter rivivere tutti i suoi successi.”

“Questa app è un’altra pietra miliare per quanto riguarda il nostro impegno nel rendere il giusto riconoscimento sia a lui che a voi, i suoi fan, celebrando attraverso questa iniziativa le sue vittorie. Michael può essere orgoglioso di ciò che ha raggiunto, e anche noi! Ecco perché ricordiamo i suoi successi con la mostra di Michael Schumacher Private Collection a Colonia, pubblicando ricordi sui social media e continuando la sua opera di beneficenza attraverso la Fondazione Keep Fighting. Vogliamo ricordare e celebrare le sue vittorie, i suoi record e la sua esultanza.”

Nel finale, il comunicato rinnova l’invito alla segretezza delle condizioni di Michael e rassicura i tifosi. “Potete stare certi che si trova nelle migliori mani e che stiamo facendo tutto quanto è umanamente possibile per aiutarlo. Vi preghiamo di comprendere se stiamo seguendo i desideri di Michael e teniamo un argomento così sensibile come la salute, come è sempre stato in passato, nella privacy. Al contempo ringraziamo tutti voi per l’amicizia e vi auguriamo un sereno e felice 2019.”