La Porsche pronta al ritorno in Formula 1?

Dopo tanti anni pieni di voci e speculazioni, la Porsche si è esposta ufficialmente tramite i propri portavoce, i quali hanno confermato l’interesse verso un ritorno in Formula 1. Le riunioni sono avvenute con Ross Brawn e altri importanti dirigenti della Formula 1. La casa di Stoccarda entrerebbe nel circus dal 2021, stagione nella quale entreranno in vigore i nuovi regolamenti tecnici.

Il brand tedesco, acquisito nel 2012 interamente da Volkswagen, ha presenziato a incontri di fornitori di motori sia attuali che potenziali. Sono stati formulati piani che prevedono un motore più economico e meno complesso a partire appunto dal 2021, il V6 biturbo.

Lutz Meschke, direttore finanziario della Porsche ha dichiarato: “La Formula 1 potrebbe essere uno dei posti giusti. Come sapete, la Formula E è molto importante per noi, mentre la Formula 1 resta sempre un argomento di attualità. Credo che le discussioni sul nuovo motore stiano a buon punto“.

Porsche ha già annunciato i propri programmi di passare alla Formula E (veicoli spinti da motori elettrici) a partire dalla stagione 2019, dopo aver deciso di lasciare il WEC al termine di questa stagione.

L’ultima volta che Porsche ha fornito motori a un team di Formula 1 è stata nel 1991 con Footwork. I risultati furono disastrosi. Alboreto e Caffi non ottennero neanche un punto. Il motore Porsche 3512 era troppo voluminoso e la vettura dovette essere progettata daccapo.

Il team che usufruirà del motore Porsche si augura che non si verifichi l’imbarazzante situazione del 1991!

Quali sono questi team che potrebbero utilizzare il motore Porsche? Difficile pensare alla McLaren, le cui monoposto sono state equipaggiate con il TAG Porsche TTE PO1 dal 1983 al 1987, visto che le due marche sono competitor nel mercato delle auto da strada. Williams aveva un rapporto tecnico con Porsche, prima di vendere la propria divisione Hybrid Power, mentre Red Bull vanta una vasta collaborazione con Volkswagen.

Sean Bratches, responsabile commerciale della Formula 1, accoglierebbe a braccia aperte la casa di Stoccarda: «Stiamo cercando di creare una piattaforma dove sempre più produttori di motori, marchi e team creino un ambiente il più competitivo possibile: avere anche la Porsche, che ha una lunga esperienza, sarebbe un valore aggiunto».