La Renault conferma Palmer per il 2017

Jolyon Palmer è stato confermato dalla Renault, che ha quindi deciso di puntare su due piloti con una discreta esperienza piuttosto che di puntare solo sui piloti paganti.

Al fianco di Nico Hulkenberg, che sarà la prima guida, troveremo quindi il pilota britannico figlio d’arte. Alla base della conferma ci sono sicuramente tre ragioni: la mancanza di piloti esperti sul mercato, il supporto economico garantito alla casa francese dagli sponsor del pilota ed il miglioramento delle performance di Palmer nella seconda parte di stagione.

Tuttavia, resta il fatto che la Renault ha fatto firmare al francese un contratto di solo un anno perchè per la prossima stagione vuole tornare sul mercato.

A questo punto, visto che anche la lineup della Renault è stata definita, restano liberi solo pochi sedili: uno tra Force India e Manor in cui si accomoderà con tutta probabilità il francese Ocon ed i due della Sauber.
Resta ancora da capire la posizione di Pascal Wehrlein che è arrivato in Formula 1 con il sostegno della Mercedes ed ha dimostrato di essere davvero talentuoso e veloce. Per lui sicuramente non ci sarà posto alla Sauber, visto che il team elvetico ha power unit Ferrari e Wehrlein non ha alle spalle degli sponsor molto importanti. Proprio la mancanza di sponsor potrebbe “condannarlo” ad un altro anno nel team, anche se la sopravvivenza del team è proprio merito suo grazie al punto conquistato in Austria.

Resta da capire dove andranno ad accasarsi i due attuali piloti della Sauber, mentre resta ancora incerto il futuro di Antonio Giovinazzi: il pilota è supportato dalla Mercedes, e non è da escludere che per lui ci sia una possibilità in Manor o in Force India. Tutto dipenderà dal futuro di Ocon. Non resta da escludere un potenziale approdo in Sauber, ma in quel caso servirebbe la spinta di sponsor davvero importanti che il pilota italiano non ha.

Si complica, invece, la situazione di Gutierrez: il messicano è rimasto fuori dal team Haas dopo l’ingaggio di Magnussen da parte del team americano, e per lui rimane solo la possibilità della Sauber (spinto dalla Ferrari), ma Gutierrez ha già corso per il team svizzero nel 2013 e 2014 cambiando aria molto volentieri.