La Williams rischia il tracollo

E’ uno dei titoli che fa male al cuore per noi appassionati di Formula 1. Ma è esattamente la situazione che si sta presentando. La Williams in Spagna ha vissuto uno dei suoi peggiori week-end di sempre (resoconto), in uno dei suoi peggiori inizi di mondiale di sempre. Mancanza di competività sia da parte di Stroll e Sirotkin (Kubica guarda) che della FW41 hanno fatto precipitare il team all’ultimo posto con soli 4 punti, tutti conquistati da Lance a Baku. Ma le aspettative, per uno dei team più famosi del Circus, erano molto diverse.

A Barcellona si sono incontrati Paddy Lowe, Claire Williams, Mike O’Driscoll, papà Stroll e il Consiglio d’Amministrazione del team in una riunione d’emergenza. Lawrence Stroll infatti minaccia di fermare i suoi investimenti sulla Williams se la situazione non va a migliorarsi. Una situazione complicatissima dal punto di vista finanziario per un team che perderà nel 2018 lo sponsor principale Martini (causa scelta piloti). Tra le varie ipotesi, c’è quella Lawrence possa comprarsi la squadra per farla sopravvivere, ma egli vuole garanzie, e gli attuali proprietari non paiono così disponibili alla vendita.

“Siamo in un momento difficile.” – ammette il consulente Alex Wurz“Perdiamo molto carico sul fondo. Era uno dei problemi principali già lo scorso anno, ma è andato a peggiorare. Ma usciranno aggiornamenti prima della pausa estiva. Stiamo tutti remando nella stessa direzione per uscire da questo momento”. Parole che comunque non nascondono le numerose difficoltà di un team che rischia di far del 2018 il suo anno X. Una stagione da riscattare, ma con poco, anzi, pochissimo tempo per farlo. Come finirà? Al momento nessuno lo sa…