Lance Stroll, ecco chi è il futuro pilota della Williams

Dopo l’addio di Felipe Massa, ed il tanto discusso ritorno di Button alla Willims, sembra che il sedile della monoposto della scuderia di Grove sarà occupato dal giovane e talentuoso canadese Lance Stroll.
Il rinnovo di Bottas, infatti, sembra aver chiuso le porte a tutti gli altri piloti “esterni” alla scuderia, che quindi deciderà di puntare sull’ormai esperto finlandese ed un pilota cresciuto nel vivaio della scuderia stessa.

Questo portebbe ad almeno due esordi in Formula 1 nella stagione 2017: oltre al canadese Stroll infatti, anche il belga Stoffel Vandoorne sarà presente dalla prossima stagione come pilota titolare, visto che Button è stato “retrocesso” a terzo pilota della McLaren-Honda proprio per far posto al belga.

Ma chi è Lance Stroll?

Agli appassionati di motorsport, il nome di questo giovane non è del tutto sconosciuto, visto che sta facendo parlare di sè ormai da qualche anno.

Figlio di Lawrence Stroll, noto collezionista d’auto e proprietario del circuito canadese di Mont-Tremblant, circuito che ha anche ospitato il Gran Premio di Canada di Formula 1, il giovane Lance viene messo al volante di un kart già a 4 anni, dimostrando di avere il piede abbastanza pesante.
La considerazione che tutti faremmo sarebbe “Facile arrivare in Formula 1 con il padre miliardario”, ma capire che questa considerazione è fortemente sbagliata non è difficile. Basta vederlo guidare.

Lance si è fatto strada vincendo praticamente tutte le competizioni minori disputate in Canada e ricevendo il premio come Miglior Rookie dell’anno nel 2008. L’anno dopo viene nominato Miglior Pilota dalla Federazione Automobilistica del Quebec, regione in cui Lance ha corso ed è nato.
Dopo aver corso in diversi campionati del Nord America nel 2010, nel 2011 decide di passare ai kart, diventando pilota del team italiano di Dino Chiesa, in cui conquisterà importanti vittorie e anche il titolo mondiale nel 2013, suo ultimo anno di permanenza nel mondo dei kart.

Il 2014 è l’anno del passaggio alle monoposto Formula, debuttando nel campionato italiano Formula 4. Proprio nel suo anno di esordio nelle monoposto, Lance Stroll conquista il titolo grazie a 7 vittorie.
Nel 2015 viene chiamato nella Toyota Racing Series e trionfa anche qui con 10 piazzamenti a podio su 16 appuntamenti, siglando il nuovo record di podi in questo campionato.

Nel 2015, per Lance Stroll si apre anche il capitolo “Formula 3 Europea”, dove non riesce a vincere il titolo europeo per una manciata di punti nonostante abbia conquistato una pesante vittoria sul finire del campionato. Nella stessa stagione il giovane canadese viene notato dalla Ferrari, che lo ingaggia nella Ferrari Driver Academy.
Nella stagione 2016 (ancora in corso) Lance Stroll si ripresenta in Formula 3 Europea al volante di una monoposto messa in pista dal team italiano Prema ed attualmente è primo in classifica grazie alla conquista di 9 vittorie. Per lui la possibilità di vincere il titolo già al prossimo appuntamento è altissima, visto il distacco abissale con Gunther, secondo in classifica generale.

Proprio durante la stagione 2016 viene ingaggiato dalla Williams come terzo pilota e viene anche invitato nei box del team di Grove in occasione di diversi GP in modo da poter capire come funziona un team di Formula 1.
Non è da escludere che negli ultimi appuntamenti di questa stagione scenda in pista nelle prove libere di qualche GP, ma non potrà farlo prima di ottobre, visto che la FIA ha introdotto il limite minimo dei 18 anni di età per il conseguimento della superlicenza.

Il giovane Lance Stroll, qualora venisse promosso come pilota titolare nella stagione 2017, sarebbe l’undicesimo pilota canadese a correre almeno un GP in Formula 1.
Sarebbe inoltre il ritorno di un pilota canadese in griglia dopo ben 11 anni, visto che l’ultimo pilota canadese a prendere parte al campionato mondiale di Formula 1 fu Jacques Villeneuve.

Il giovane canadese, attualmente sotto la luce dei riflettori della stampa del settore, non vuole essere paragonato a Verstappen, ma crede di poter prendere parte al campionato mondiale di Formula 1 se si ha il talento necessario.
Ai microfoni di motorsport-magazin, Lance ha dichiarato: “Se hai la preparazione giusta ed il talento necessario, non vedo problemi a correre in Formula 1, anche se sei giovane. Non voglio essere paragonato completamente a Verstappen, ma gli si è presentata l’occasione e l’ha sfruttata al massimo lavorando duramente. E’ la dimostrazione che i giovani possono far bene -prosegue Stroll- e tutto questo va a favore del mondo delle corse. Per quanto mi riguarda mi sento pronto al grande salto. La Formula 3 è solo un gradino al di sotto della GP2, e anche se la potenza non è paragonabile a quella della Formula 1 c’è molto carico aerodinamico sulle nostre monoposto. Quindi, mi sento pronto!”