Le pagelle del GP Ungheria: Hamilton dominatore, stoico Raikkonen

Ecco le nostre pagelle per il Gran Premio d’Ungheria Formula Uno appena concluso:

    • Lewis Hamilton(Mercedes) 10: niente da dire, dominatore della gara, ha fatto quello che voleva come voleva, e ora è il nuovo leader del campionato.
    • Nico Rosberg(Mercedes) 8: Ha sprecato la Pole Position e nonostante sia finito davanti alla Red Bull non è mai stato all’altezza di Hamilton, perdendo anche la leadership.
    • Daniel Ricciardo(Red Bull-TAG Heuer) 8.5: Ha fatto una gara bella, sempre terzo, e nonostante la Mercedes fosse irrangiungibile ha lottato fino alla fine, e ha saputo tenere dietro Seb.

    • Sebastian Vettel(Ferrari) 8: Un altro podio mancato, ma alla fine ha fatto anche lui una bella gara dopo un venerdì e sabato quasi deprimente per la casa di Maranello. Fermato solo da un bravo Ricciardo.
    • Max Verstappen(Red Bull-TAG Heuer) 6: Ci si aspettava molto da lui, e invece ha fatto una gara abbastanza anonima, soffrendo tanto le gomme, perso il confronto con Ricciardo. Giallo per la difesa su Kimi.
    • Kimi Raikkonen(Ferrari) 9: Non è riuscito a fare ciò che Nigel Mansell fece circa 15 anni fa, ma ha fatto comunque una gran rimonta in un circuito dove è difficile superare, grazie a Stint lunghi e veloci e anche se non ha superato Verstappen è rimasto sempre in lotta. Giro più veloce e nostro Driver of the Day.

    • Fernando Alonso(McLaren-Honda) 7: come la posizione in cui è finito. La Honda non poteva fare di più ma lui ha fatto il massimo possibile, portando a casa 6 punti.
    • Valterri Bottas(Williams-Mercedes) 6: ma proprio risicato. Ha fatto il suo finendo davanti alle Force India, ma un ottavo posto per la Williams non può essere più soddisfacente(vedendo anche le ultime 2 stagioni).
    • Carlos Sainz(Toro Rosso-Ferrari) 7: un buon lavoro per il pilota spagnolo che conclude la sua missione portando la Toro Rosso in nona posizione dopo una qualifica non proprio soddisfacente.

    • Nico Hulkenberg(Force India-Mercedes) 6: una gara quasi noiosa per Hulkenberg(mai inquadrato) che però grazie a testacoda e penalità varie riesce comunque a salvare la Force India con un punticino.
    • Sergio Perez(Force India-Mercedes) 4.5: stessa strategia di Kimi, ma con il messicano non funziona e finisce nell’anonimato.
    • Jolyon Palmer(Renault) 5: gara vivace e sognatrice per il rookie britannico in zona punti ma poi rovina tutto con un testacoda e un rientro al limite.

  • Esteban Gutierrez(Haas-Ferrari) 5: manca la zona punti per pochi secondi, forse quelli di penalità per aver ostacolo Lewis nella fase di doppiaggio.
  • Daniil Kvyat(Toro Rosso-Ferrari) 4: vuole essere più veloce di Sainz ma lo fa nel momento sbagliato e si prende una sciocca penalità.
  • Felipe Massa(Williams-Mercedes) 4: parte dal fondo ma non è più quello di una volta e, complice anche la macchina non riesce a far niente per sperare in una rimonta.
  • Jenson Button(McLaren-Honda, NC) 6: Una buona gara e una probabile zona punti rovinata dalla power unit Honda. Lo step evolutivo della casa giapponese in termini di potenza e affidabilità c’è, ma c’è ancora da lavorare.


Andrea Mattavelli e Jessica Cortellazzi

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)

Be the first to comment on "Le pagelle del GP Ungheria: Hamilton dominatore, stoico Raikkonen"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*