Leclerc: apprezzamenti da tutti ma Montezemolo avvisa

Il giovane monegasco, fresco di passaggio in Ferrari, ha colto attestati di stima da manager e piloti. Montezemolo però lo ha messo in guardia

Da Barrichello a Zanardi, tutti sono convinti che Leclerc sia quanto di più vicino possibile ad un fenomeno. Ha portato la Sauber ad uno dei migliori risultati della storia recente, ha dimostrato di essere veloce di sbagliare poco. Inoltre, dopo la trottola vista ad Hockenheim, il giovane pilota della Ferrari ha dimostrato di avere anche una buona dose di sangue freddo. Basterà per riportare il titolo a Maranello?

Barrichello: “Deve essere forte con la testa”

L’ex pilota brasiliano della Ferrari, che ha vissuto una delle epoche migliori della Rossa, potrebbe essere la persona migliore per dare consigli a Leclerc: “L’unica cosa che deve fare è essere forte di testa, solo così sarà un pilota Ferrari di successo”. Dalla sua colonna di Autosport, il brasiliano ha poi proseguito: “Sono super emozionato per lui, è uno di quei piloti che è arrivato in alto impressionando tutti. Il talento lo ha e lo ha dimostrato. Sarà una sfida anche per Vettel”

Zanardi: “Leclerc è un Hamilton!”

Il pilota italiano, che dopo aver fatto vedere grandi cose in macchina ora sta stravincendo le competizioni di sport paralimpici, ha avuto solo ottime parole per il monegasco. Intervistato da Eurosport ha dichiarato: “È potenzialmente un Hamilton. Sono molto contento che la Ferrari abbia concesso una possibilità ad un ragazzo così giovane e pieno di talento. È chiaro che sanno cose che noi non sappiamo, quindi sicuramente non lo hanno fatto per fare contenti i tifosi. Personalmente credo che meriti questa opportunità e vedremo come se la giocherà”

Ericsson: “Leclerc darà filo da torcere a Vettel”

Lo svedese, rimasto fuori dalla Formula 1, è stato compagno di Charles Leclerc nel 2018, quindi meglio di tutti può dire quanto e come lavori il monegasco. Passato alla IndyCar dopo che la Sauber ha ingaggiato Giovinazzi e Raikkonen, Ericsson non ha rinunciato ad esprimere apprezzamento verso il suo ex compagno di squadra: “Sarà una bella sfida. Sono convinto che Charles farà ‘soffrire’ Vettel. Seguirò l’avventura di Charles alla Ferrari e credo che farà grandissime cose”

Brawn: “Leclerc è impressionante!”

Anche il manager britannico, attualmente direttore sportivo della Formula 1 per Liberty Media, è convinto che Leclerc possa fare molto bene in Ferrari. “Leclerc è stato impressionante -ha dichiarato Ross Brawn – non si è ancora confrontato duramente con nessuno, ma quest’anno vedremo di che pasta è fatto”
Anche Brawn è convinto che essere un pilota Ferrari non sia facile. E lui, che era al muretto Ferrari ai tempi di Schumacher, lo sa bene: “Essere in Ferrari ti fa sentire una pressione enorme. Inoltre dovrà dividere il box con un quattro volte iridato, e questo gli metterà ancora più pressione. Per lui sarà un anno molto impegnativo. Da quello che ci ha fatto vedere, perà, sono convinto che disputerà una stagione di tutto rispetto”.

Montezemolo: “A fare 3° o 4° con la Ferrari si fa la figura dei fessi”

L’unico a mettere in guardia il ventunenne di Monte Carlo è Luca Cordero di Montezemolo. L’ex dirigente della Ferrari, l’uomo che ha fortemente voluto Schumacher in tuta rossa ed è stato uno degli artefici dei successi Ferrari. Nella dirigenza Ferrari dal 1973 al 1977 e dal 1991 al 2014, ha visto conquistare ben 18 titoli alla Ferrari tra campionati piloti e campionati costruttori. Il manager ha speso ottime parole per Leclerc, ma non ha dimenticato di ricordare che la tuta Rossa è la più ‘pesante’ del Circus: “Leclerc è un ottimo pilota. Prima di ogni cosa faccio alla Ferrari l’augurio di vincere. Poi spero che possano dare a Vettel una monoposto vincente e che possano introdurre Leclerc senza troppe pressioni. Non si deve avere fretta”

Montezemolo ha poi proseguito: “Il 2019 sarà un anno importante per tutte le modifiche regolamentari che arriveranno. Leclerc è un gran pilota, ma dobbiamo stare calmi. Ha conquistato ottimi risultati con la Sauber, ma arrivare quinti o sesti con la Sauber è una grande cosa, arrivare terzi o quarti con la Ferrari fai la figura del fesso certe volte. Mi ha impressionato il fatto che sbaglia pochissimo!”

Sembra quindi che Leclerc sia considerato da tutti un vero astro nascente. Riuscirà a confermare le loro impressioni e a riportare il titolo a Maranello?