Leclerc e Celis hanno completato i test Pirelli

I due giovani piloti Alfonso Celis Jr. e Charles Leclerc hanno effettuato in Messico i test che Pirelli aveva richiesto alle squadre di effettuare.

Celis e Leclerc sono scesi in pista rispettivamente con una Force India e con una Sauber, girando per tutta la giornata al meglio delle loro possibilità.

Il fatto che la Ferrari abbia insistito con la Sauber per far scendere in pista Charles Leclerc e non Antonio Giovinazzi, è un chiaro segno che la Casa di Maranello ha deciso di puntare più sul monegasco che non sull’italiano.

I due giovani piloti erano già scesi in pista sul tracciato dedicato ai fratelli Rodrigues nella giornata di venerdì, quando avevano rimpiazzato durante la FP1 i titolari Ocon ed Ericsson. Entrambi i piloti hanno effettuato oltre 100 giri sulle specifiche che Pirelli porterà in pista nel 2018, con risultati molto soddisfacenti.
Inoltre i giovani piloti hanno anche lavorato duramente, completando in totale 231 tornate: 116 per Leclerc e 115 per Celis. Per entrambi, le condizioni sono state asciutte ed abbastanza miti, quindi hanno potuto girare sempre al massimo e senza problemi.

La Force India abbandonerà il Messico nella giornata di oggi, mentre la Sauber e Leclerc rimarranno per un’altra giornata di test.

Ricordiamo infine che questi test non portano alcun beneficio ai team visto che le telemetrie, i dati di consumo e tutti gli altri dati relativi agli pneumatici non saranno resi pubblici finché la Pirelli non metterà a punto gli pneumatici definitivi.

La Ferrari aveva effettuato questi test già ad agosto, durante i test dell’Hungaroring. Anche in quell’occasione scese in pista Charles Leclerc, ma al volante della Ferrari come ‘rookie’.

L’ultimo team che testerà le specifiche 2018 di Pirelli sarà la McLaren: la casa britannica scenderà in pista martedì 14 e mercoledì 15 novembre, nei giorni successivi al Gran Premio di Interlagos.
Proprio in quei giorni avremo anche maggiori informazioni in merito al possibile acquisto di Interlagos per la Pirelli.