Lotus 79: quando l’effetto suolo la fa da padrone!

Sei vittorie, dieci pole, cinque giri veloci, un campionato piloti e costruttori con Mario Andretti e Ronnie Peterson

© Ultimatecarpage

1978. Ci troviamo nel periodo in cui la ricerca aerodinamica è divenuta sempre più importante per i progettisti di auto da corsa. Negli anni precedenti la riduzione della resistenza aveva la massima priorità finché non sono stati fissati spoiler e ali per creare carico aerodinamico, o downforce per aumentare la stabilità ad alte velocità.

E’ il caso della Lotus 79, progettata dal luminare Colin Chapman il quale fu proprio il primo tra gli uomini della massima serie automobilistica mondiale a scoprire un modo per creare carico aerodinamico senza l’utilizzo di una ventola come quella della Brabham BT46/B/C. Grazie ad un fondo dotato di sezione alare, il flusso d’aria sotto l’auto è stato accelerato con la conseguente caduta di pressione.

© Ultimatecarpage

La vettura era dotata di una monoscocca ultrasottile, costruita da pannelli honeycomb di alluminio. Su entrambi i lati del cockpit, la Lotus 78 sfoggiava delle pance laterali abbastanza generose che ospitavano i radiatori e creavano il famigerato “effetto suolo“. La zona di bassa pressione era letteralmente sigillata su entrambi i lati da mini-gonne che potevano scorrere su e giù, le quali rimanevano sempre in contatto con la pista. Le ali convenzionali sono state montate sia davanti che dietro per favorire stabilità ad alte velocità.

Alimentata dal familiare motore Ford Cosworth DFV, la versione 78 fu presentata per la prima volta al pubblico alla fine del 1976. Andretti fu autore della prima vittoria della stagione nel suo Gran Premio di casa a Long Beach. Vinse altre tre gare insieme a Nilsson, il quale vinse soltanto un Gran Premio. Anche se Andretti è stato il pilota più vittorioso e la Lotus 79 è stata la vettura più vittoriosa, entrambi i titoli hanno eluso il Team Lotus a causa della scarsa affidabilità.

© Ultimatecarpage

Uno dei principali problemi era costituito dal fatto che la monoscocca, molto leggera, non era in grado di gestire l’aumento dello stress creato dall’effetto suolo. Chapman sapeva di poter vincere e così sviluppò la vettura durante la stagione 1978. Gran parte dell’honeycomb utilizzato per il telaio è stato sostituito da un foglio di alluminio più convenzionale.

Ciò ne aumentò di un bel po ‘ il peso della vettura, ma poteva fare la differenza. Per massimizzare l’effetto suolo, sono stati montati sull’automobile dei sidepod di dimensioni maggiori, i quali disponevano di mini-gonne più estese. Nella parte posteriore i terminali delle pance furono rivisti per creare due grossi canali Venturi. Rispetto alla 78, la nuova vettura presentava un corpo molto più pulito e liscio.

© Ultimatecarpage

I test in galleria del vento hanno suggerito che la Lotus 79 era del 25% più efficace della vettura precedente. Purtroppo l’auto non era pronta in tempo per l’inizio della stagione e il Team Lotus ha dovuto accontentarsi della versione 78 per le prime gare del 1978.


SCHEDA TECNICA

Motore
Configurazione Ford Cosworth DFV 90º V8
Posizione Mid, montato longitudinalmente
Peso 147 chilo / 324,1 libbre
Costruzione blocco e testa in lega di magnesio
Cilindrata 2.993 cc / 182,6 cu in
Alesaggio / Corsa 85,7 mm (3,4 pollici) / 64,8 mm (2,6 pollici)
Compressione 11.5: 1
Distribuzione 4 valvole / cilindro, DOHC
Alimentazione  Lucas Fuel Injection
Aspirazione Naturalmente aspirato
Potenza 480 CV / 358 kW a 10.600 giri / min
Coppia 353 Nm / 260 ft lbs @ 8.500 giri / min
BHP / litro 160 CV / litro

 

Trasmissione
Telaio monoscocca in alluminio
Sospensioni anteriori bilancieri superiori, forcella trasversale inferiore, unità interne molla / ammortizzatore
Sospensione posteriore bilancieri superiori, bracci trasversali inferiori, molle elicoidali entrobordo sugli ammortizzatori
Sterzo rocchetto cremagliera
Freni dischi ventilati, a tutto tondo
Riduttore Hewland FGA 400 5 velocità manuale
Trazione Trazione posteriore

 

Dimensioni
Peso 610 chili / 1.345 libbre
Lunghezza larghezza altezza 4.420 mm (174 in) / 2.146 mm (84.5 in) / 965 mm (38 in)
Passo/ Carreggiata (fr / r) 2.743 mm (108 in) / 1.730 mm (68.1 in) / 1.630 mm (64.2 in)