Mallya: “La Ferrari ha contattato Perez!”

Che il secondo pilota fosse uno dei fattori determinanti nel rapporto tra Vettel e la Ferrari era cosa nota, ma nessuno pensava che ci fosse addirittura una precisa richiesta da Vettel.

Il tedesco, infatti, già dal suo primo anno in Ferrari avrebbe chiesto di non ingaggiare piloti da lui indicati o piloti che potrebbero arrivare a competere con lui. Nei piloti da lui indicati figura proprio Daniel Ricciardo, che quindi sembra destinato a non approdare alla Ferrari.

A parlare del secondo pilota Ferrari è stato però ‘improvvisamente’ il proprietario della Force India, il miliardario indiano Vijay Mallya che è stato presente nel paddock di Silverstone (unica gara che il patron del team può seguire di persona a causa delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto che hanno portato le autorità a bloccare il suo passaporto).

“Dopo di 10 anni di Formula 1, siamo finalmente riusciti a raggiungere una posizione di tutto rispetto. Adesso vorremmo godercelo! Io continuerò ad essere a capo della squadra, visto che ho delle responsabilità in India, ma ancora devono essere accertate”

Un ottimistico Mallya ha poi dichiarato: “La squadra sopravviverà senza di me, quindi dormo pacificamente, visto che la Force India è ben posizionata”

Mallya ha poi parlato della situazione piloti per il 2018: “Ocon è confermato anche per la stagione 2018, mentre Perez valuterà solo una chiamata dalla Ferrari. Sembra che il suo telefono sia già squillato qualche volta, vediamo come andranno le cose!”

Stando a quanto dichiarato dal magnate indiano quindi, Perez potrebbe anche diventare un pilota della Ferrari nel 2018 (se Kimi dovesse decidere di non rinnovare) o nel 2019. A questo punto resta da capire solo se Mallya ha detto la verità o ha tentato di aumentare le quotazioni di Perez con questo stratagemma.