Mclaren sorride in Francia e sogna la rinascita

©McLaren Media Center

Il team Mclaren ,dopo il fantastico weekend in Francia, programma il ritorno tra i top team. Intanto a Woking verrà costruita una nuova galleria del vento

Il weekend del gran premio di Francia non rimarrà nella memoria degli appassionati. Gli sviluppi della gara e delle vicende riguardanti il “fattaccio” del Canada, hanno aumentato il rimpianto per il glorioso passato del circus, quando tutte le battaglie erano concesse e lo spettacolo era assicurato. Tempi in cui una monoposto di colore bianco e sponsorizzata Marlboro lottava per il mondiale. Quella vettura era la Mclaren. Si perchè il team inglese può vantare un passato glorioso, dove, tra gli anni ottanta e novanta, ha dominato e frantumato record nel circus, mettendo in pista monoposto storiche guidate da piloti leggendari.

Oggi la situazione è diversa. Il team di Woking ha sofferto l’avvento dell’era turbo ibrida, perdendo lo smalto dei tempi migliori. Ma è proprio grazie allo storico team inglese, che i romantici di questo sport possono guardare il fine settimana francese con un pizzico di positività. La Mclaren infatti, in Francia, ha ottenuto i migliori piazzamenti stagionali. Prima in qualifica, con il quinto posto di Lando Norris, e poi in gara con il sesto di Carlos Sainz.

Le MCL34 già all’inizio di questa stagione, con l’arrivo di James Key come direttore tecnico e Pat Fry come capo ingegnere, avevano dimostrato un buon potenziale. Ma solo al Paul Ricard sono arrivati i privi veri segnali di rinascita. Lando Norris infatti, in qualifica, è arrivato a soli 9 millesimi dal tempo fatto segnare dalla Red Bull di Max Verstappen, dimostrando un grande rendimento sopratutto nel secondo e nel terzo settore del Paul Ricard.

Una delle novità, portate in Francia dagli uomini Mclaren, che ha favorito le prestazioni della vettura anglosassone, è stata la nuova sospensione anteriore, con configurazione ispirata a quella Mercedes. La nuova configurazione ha migliorato notevolmente le prestazioni della monoposto, che è riuscita a portare molta più energia sulle gomme. Particolare sottolineato dalla presenza del blistering sulle gomme anteriori nelle ultime fasi del gran premio. Blistering che si è presentato anche sulle gomme anteriori proprio delle Mercedes.

La Mclaren, però, non vuole fermarsi. Per continuare a procedere nello sviluppo aerodinamico della monoposto e velocizzare il ritorno nelle posizioni di vertici , il consiglio di amministrazione, su richiesta del nuovo team principal Andreas Seidl, ha dato il via libera per la costruzione di una nuova galleria del vento. Il nuovo impianto sarà situato nella stessa posizione del vecchio.