Mercedes F1 W10: scopriamo “il volante-computer” di Hamilton e Bottas

© Steve Etherington

Analizziamo nel dettaglio le varie funzioni del volante installato sulle due frecce d’argento di Hamilton e Bottas

Oggi scopriamo insieme le novità apportate al volante della Mercedes F1 W10 di Lewis Hamilton ed Valtteri Bottas; rispetto a quello installato sulla W09, il volante ha chiaramente subito un rinnovo nella disposizione di alcuni comandi, quali i pulsanti e ghiere. Vediamo nel dettaglio la nuova evoluzione del volante!

2019 – Ed. Valtteri Bottas | © Tuttomotorsport.com

ROTARY SWITCHES

1.STRAT: permette di impostare le varie mappature, tra cui il famoso “party mode” (modalità 2-3)

2.MULTIFUNCTION: permette impostare e selezionare i vari scenari, quali le impostazioni della luminosità del display, il volume della radio ecc…

3.HPP: acronimo di High Performance Powertrain, stabilisce le varie mappature legate alla prestazione, ovvero le impostazioni riguardanti la MGU-K, le cambiate ecc…


TOGGLES

4.BMIG: consente di regolare la velocità di ripristino del sistema brake-by-wire posteriore per mantenere il livello di frenata come desiderato dal pilota

5.BBAL: permette al pilota di ripartire la frenata tra l’assale anteriore e l’assale posteriore

6.MID: interviene sul differenziale durante la percorrenza in curva

7.HISPD: interviene sul differenziale durante l’uscita di curva

8.EB: attraverso la sua regolazione, si possono impostare varie mappature di freno motore

9.ENTRY: interviene sul differenziale in fase di ingresso in curva


PULSANTI

10.N: Neutral, la classica “folle” delle nostre autovetture

11.+10: usato per selezionare i differenti valori dei comandi impartiti tramite gli switch rotativi

12. BW: tasto speciale (introdotto nel 2018), utilizzato per varie impostazioni

13.PC: Pit Confirm, dove il pilota da la conferma per l’ingresso al Pit

14.+1: usato per selezionare il valore differente dei comandi impartiti tramite gli switch rotativi

15.PL: Pit Limiter, azionato in ingresso della pitlane per ridurre la velocità fino a 60 o 80 km/h

16.ACS: imposta l’auto per le partenze, in modo da fornire la massima potenza

17.TALK: Radio, permette di azionare la trasmittente tra il pilota ed i box

18.BB+: permette al pilota di ripartire la frenata tra l’assale anteriore e l’assale posteriore; l’uso del pulsante, al posto della ghiera rotativa, avviene soltanto per piccole regolazioni

19.MARK: se usato, indica un punto di interesse nei dati e nelle informazioni fornite al pilota

20.OK: utilizzato per confermare le modalità selezionate dai pulsanti +1 e +10

21.BB-: permette al pilota di ripartire la frenata tra l’assale anteriore e l’assale posteriore; l’uso del pulsante, al posto della ghiera rotativa, avviene soltanto per piccole regolazioni


Analizzando la parte posteriore, grazie all’immagine di Mark Sutton, possiamo notare come sia “semplice” l’impostazione die comandi: ovviamente risalta all’occhio il meccanismo di rilascio rapido a farfalla, mentre ai lati troviamo i due ditali che rappresentano il comando della frizione.

© Mark Sutton

Nella parte superiore abbiamo un unico paddle, a mo’ di bilanciere per i rapporti, studiato principalmente per ridurre il peso complessivo dello sterzo. Infine, ai lati superiori troviamo due pulsanti generici che possono essere programmati a piacere: la funzione utilizzata attualmente consiste nell’attivazione del DRS.


Ecco l’evoluzione dei volanti installati sulle frecce d’argento a partire dal 2014!

2014 – Ed. Lewis Hamilton
2016 – Ed. Nico Rosberg
2018 – Ed. Valtteri Bottas

About the Author

Luigi Gabriele Gueli
Classe 1996', studente di Ingegneria Aerospaziale che nutre sin da bambino la passione per le 4ruote e gli aerei.