Ecco il numero di componenti utilizzati da ogni team!

Di Giuseppe Gigliotti

Se le classifiche che contano, costruttori e piloti, sono guidate rispettivamente da Mercedes e Ferrari, con Vettel, non si può dire lo stesso di una particolare classifica, ovvero quella dei team che hanno superato la soglia massima di elementi della Power Unit consentita in una stagione: in prima posizione troviamo la McLaren-Honda, che ha oltrepassato il limite già da un po’: Alonso per esempio ha già sostituito ben 8 unità di Turbo e di MGU-H, mentre il compagno di scuderia 7.

In casa McLaren-Honda hanno pensato bene di sostituire un’altra PU a Silverstone, circuito non proprio adatto alla vettura inglese, in modo tale da presentarsi all’appuntamento ungherese con componenti nuovi scongiurando così la possibilità di prendersi un’altra penalità in un circuito dove è più difficile superare e dove soprattutto si potrebbe avere l’occasione di fare bene, vista la poca influenza del motore sulle prestazioni.

A far compagnia al duo McLaren ci ha pensato Daniel Ricciardo che a Silverstone è stato costretto a ricorrere al quinto MGU-H. Max Verstappen invece si avvicina alla zona a rischio penalità: quattro gli MGU-H impiegati dall’olandese. Ma non è il solo.

Parecchi team saranno in difficoltà nel concludere il campionato con soltanto 4 Power Unit.

In casa Ferrari per esempio, sono già stati utilizzati 4 Turbo e ciò potrebbe portare ad una penalità entro la fine del campionato. Stessa situazione per l’Haas, che ha la stessa motorizzazione.

Anche in Renault potrebbero incappare nella penalità, dal momento che gli MGU-H utilizzati ad oggi sono quattro. Così come l’Haas è nelle stesse condizioni della Ferrari, anche la Toro Rosso è nella stessa identica situazione della Renault.

In Mercedes invece possono stare più tranquilli – nessun componente è stato sostituito per più di tre volte – , così come gli altri motorizzati dalla casa di Stoccarda, Force India e Williams, che hanno impiegato finora soltanto due Power Unit.

Anche la Sauber, che ricordiamo, monta la Power Unit Ferrari 2016, si ritrova in una situazione di relativa tranquillità, come in Mercedes nessun elemento è alla quarta sostituzione.