Ocon: la McLaren è sfumata per l’altezza

Esteban Ocon, che non avrà spazio in Force India nel 2019, era stato a Woking per fare sedile. L'affare è sfumato a causa del telaio della MCL33

Il giovane francese Esteban Ocon è alla disperata ricerca di un sedile per il 2019. Il transalpino, alla sua terza stagione in Formula 1, con tutta probabilità sarà scaricato dalla Racing Point Force India per far spazio a Lance Stroll.
Ocon debuttò in Formula 1 per sostituire il già dimenticato Ryo Haryanto, che all’improvviso si ritrovò senza sponsor.
Da quel momento ha messo in mostra tutto il suo talento, ma è servito a poco in vista della stagione 2019.

Per Esteban Ocon, nel caso in cui non dovesse riuscire a trovare un sedile, si prospetterebbe una stagione in DTM, con francese che seguirebbe lo stesso destino di Pascal Wehrlein in attesa di tornare in Formula 1. Tuttavia, non tutte le porte sono chiuse per francese, anche se la situazione si fa più difficile di weekend in weekend. Ocon, infatti, potrebbe accasarsi in Williams nel 2019, o trovare un sedile in un team che non sia cliente Mercedes.

Tuttavia Marko ha chiuso le porte della Toro Rosso a piloti che non siano Red Bull, quindi Ocon non andrà sicuramente in Toro Rosso. Resta per lui la possibilità della Haas, visto che Grosjean non ha ancora firmato il rinnovo contrattuale. Se Wolff vuole che il suo pupillo rimanga in Formula 1, dovrà impegnarsi molto per trovargli un sedile.

Negli ultimi giorni, però, è emerso uno strano retroscena: Ocon è stato ‘scartato’ dalla McLaren per motivi di altezza. Il francese è stato a Woking per tentare di fare il sedile, ma il telaio della nuova McLaren non è fatto per gente come Ocon. Nell’abitacolo della monoposto inglese, si possono accomodare solo piloti che non siano più alti di un metro e 75. La MCL33 è stata originariamente studiata per i 171 centimetri di Alonso e i 176 di Vandoorne (già fuori misura). I 186 centimetri di Ocon sono decisamente troppi. In caso di impatto frontale, il pilota francese avrebbe rischiato forti traumi alle gambe e alle caviglie.

Dopo aver perso il sedile in Renault, dopo che la firma per la casa di Losanga era ormai cosa fatta, il francese rischia seriamente di rimanere fuori dal circus. Eppure Ocon è sicuramente uno dei piloti più talentuosi sulla griglia di partenza.
A riguardo, Wolff ha dichiarato: “A Budapest pensavamo che il suo futuro fosse chiaro e definito, ma tutto è cambiato all’improvviso. Non c’è nulla da recriminare perchè la Renault non doveva farsi scappare un pilota come Daniel Ricciardo. Stiamo continuando ad aiutarlo nella ricerca di un sedile, ma la situazione è stata ed è tuttora sfortunata. C’è molto interesse attorno a lui e sono ottimista sul suo futuro.”