Pagelle F1 GP Brasile: Vettel torna ai massimi livelli, che spettacolo Hamilton e Ricciardo!

E ci lasciamo alle spalle anche Interlagos e lo splendido e colorato pubblico che ha salutato per l’ultima volta il loro idolo locale Felipe Massa. Prima di avviarci verso il finale di Abu Dhabi, ecco le pagelle per il Gran Premio del Brazile:

    • Sebastian Vettel 10: un ritorno ai massimi livelli per il tedesco della Ferrari. Un po timido in qualifica, lascia la Pole Position a Bottas. Poi in gara non sbaglia niente: sorpassa Bottas alla prima curva e conduce con un passo veloce ma soprattutto molto costante, Seppur il titolo per quest’anno sia già stato assegnato, vittorie come questa possono servire da rampa di lancio per il 2018.
    • Valtteri Bottas 8.5: buona prestazione per il ‘N.2’ della Mercedes. Solo un super Vettel riesce a negargli la vittoria, ma fare la Pole ed avere lo stesso passo del tedesco è segnale di una gara molto costante che è stata decisa dalla partenza e dai pit-stop. Un riscatto dopo le ultime opache uscite.
    • Kimi Raikkonen 8: un’altra gara, un altro podio firmato ‘Iceman’. Non riuscendo a sopravanzare Bottas, Kimi pensa soprattutto a contenere un Hamilton in rimonta e ce la fa senza troppi problemi. Appere ancora più lento del suo compagno di squadra, ma questi segnali sono positivi in vista di un 2018 in cui vuole tornare, come da lui stesso detto, protagonista.

    • Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo 9.5: chiamateli uomini di rimonta. Uno è stato costretto per un errore durante la Q1, l’altro per i problemi legati alla Power Unit. Alla fine, entrambi regalano spettacolo con sorpassi al limite e un risultato per entrambi considerato il massimo possibile.
    • Max Verstappen 7: gara quasi in solitario per l’olandese della Red Bull. Cerca di tenere il passo dei 2 finnici più che può e ci riesce. In un week-end in cui la RB13 accusava più ritardo da Mercedes e Ferrari, questo è già un risultato positivo.
    • Felipe Massa 9: l’anno scorso si è dovuto ritirare, facendoci emozionare con la passerella ai box. Stavolta è finita molto meglio l’ultima ad Interlagos. Ottima partenza, ottima gestione e passo e un 7° posto che fa onore a lui e che mette al sicuro il 5° posto della Williams nel costruttori.

    • Fernando Alonso 8.5: un week-end tutto cuore e orgoglio. Lo spagnolo riesce a portare la McLaren in terza fila, il miglior risultato di qualifica per il team di Woking. Poi in gara si deve arrendere alle macchine più perfomanti e più di motore, ma l’8° posto conquistato non è affatto da buttare.
    • Sergio Perez 5.5: sottotono stavolta il messicano della Force India. Non riesce a sfruttare la quinta piazza della griglia e anzi, si ritrova dietro anche vetture meno perforanti come la Williams di Massa e la McLaren di Alonso. Il 9° posto in se non fa male, ma per gli standard del team indiano non è sufficiente.
    • Nico Hulkenberg 6: un punto non aiuta la Renault nella corsa dei costruttori di media fascia, ma non si può di certo biasimare il tedesco. Riesce a chiudere davanti a Sainz sia in qualifica che in gara e a far tornare la casa francese dopo gli enormi problemi d’affidabilità registrati nelle scorse gare.

  • Toro Rosso 5: tra problemi di affidabilità e piloti in ‘apprendistato’, la scuderia di Faenza non riesce più ad arrivare a punti. Gasly ci prova ma non riesce a mantenere la Top 10 conquistata dopo il caos dei primi giri, mentre Hartley si trova a fare i conti con gli ennesimi problemi della PU Renault. Non proprio il miglior modo per avvicinarsi al 2018.
  • Lance Stroll 4: week-end totalmente negativo per il giovane canadese della Williams. Spento, mai veloce ne in qualifica ne in gara, dove in quest’ultima si vede costretto ad una nuova sosta causa foratura della gomma anteriore sinistra. E il confronto con Felipe dice tutto… speriamo che Lance si risvegli ad Abu Dhabi per un finale di stagione degno.
  • Vandoorne, Magnussen ed Ocon S.V: incolpevoli sugli incidenti del primo giro che li hanno costretti al ritiro. Un peccato, ci sarebbe piaciuto molto vederli all’opera sul tracciato di Interlagos.