Pagelle F1 GP Spagna: Hamilton e Vettel i migliori, Ricciardo fortunato

E dopo un emozionante Gran Premio di Spagna ecco qua le nostre pagelle su piloti e team in luce e in ombra:

    • Lewis Hamilton e Sebastian Vettel 10: Non ci sono storie. Tutti discutono sul chi sia stato migliore o chi meritava di più la vittoria, ma oggi entrambi meritano il massimo dei voti. Il britannico della Mercedes per aver approffitato degli eventi e per aver gestito le Soft nel finale, il tedesco della Ferrari per il sorpasso su Bottas e la difesa su Hamilton, oltre al gran passo gara. Poi gli eventi e le strategie hanno premiato l’inglese, ma oggi entrambi meritavano la vittoria. Contendenti per il titolo 2017.
    • Daniel Ricciardo 6: Un altro podio per la Red Bull(bocciata), portato a casa dall’australiano stavolta. Quest’ultimo ha ammesso però di essere stato molto fortunato. E noi non possiamo dargli torto. Fuori Verstappen e Raikkonen alla prima curva, fuori Bottas a metà gara. Il team austriaco festeggia, ma con la consapevolezza che così non va e che se non fanno qualcosa verranno sorpassati pure dalle Pantere Rose. Ridi che mamma ha fatto il podio.
    • Force India 9: Va bene che c’erano fuori una Ferrari, una Red Bull e una Mercedes. Ma fare 4° e 5° posto… e finire non così lontano da Ricciardo… insomma c’è poco da dire. Come già detto, il team indiano è uno di quelli più in forma e promettenti del campionato, almeno dal punto di vista sportivo. Sergio Perez meriterebbe un sedile in top team ed Esteban Ocon si fa valere sempre di più. May the Force be with you!

    • Nico Hulkenberg 8.5: Ancora punti per il pilota della Renault! E quanti punti. In un week-end in cui la Renault ha sofferto anche in qualifica, il tedeesco riesce a metterci una grande pezza mettendo a segno il suo miglior piazzamento stagionale. Il divario tra lui e Palmer(voto 4) è lungo quasi un circuito. Yellow Hulk.
    • Carlos Sainz 8: Grande gara da parte del pilota spagnolo oggi. Non ripete il 6° posto del 2016, ma si rende protagonista di una buona partenza e di una buona bagarre con le Haas e con la Sauber di un impressionate Wehrlein. È pronto per un top team? Io penso di sì!
    • Pascal Wehrlein 9.5: Mezzo voto in meno per quella penalità presa ai box che gli è costato 2 punti in più. Tolto quello però, c’è da raccontare di una gara PERFETTA per il tedesco della Sauber. Azzecca il via, azzecca la strategia e seppur sia aiutato anche dagli episodi è bravissimo nel finale a resistere agli attacchi degli avversari. La legge di Pascal.

    • Daniil Kvyat 7: Non riesce a rendere quanto il suo compagno di squadra, ma non è per niente facile rimontare dalla penultima posizione in griglia fino al 9° posto in gara. La sua buona partenza si è rilevata fondamentale ai fini del risultato! È anche grazie a lui che la Toro Rosso sale nella Top 5 dei costruttori.
    • Romain Grosjean 6.5: Con una Haas alle prese con i freni, il francese riesce a salvare il week-end con un punto d’oro. Deve ringraziare anche il suo compagno Magnussen(voto 7) che è stato messo fuori gioco solo da una foratura nel finale.
    • Williams 4.5: Una delusione enorme. Un week-end in cui si vedeva che la monoposto non andava rispetto alle prime 4 gare. Se per Stroll(voto 4) non ci sono scusanti, il team di Sir Frank non può aggrapparsi neanche al buon Massa, complice un contatto all’inizio con Alonso. Così si rischia di tornare a 4-5 anni fa.

  • Valtteri Bottas 5: Prestazione non convincente per il finlandese dopo la straordinaria vittoria di Sochi. Frenato da dei problemi alla sua PU sin dall’inizio del week-end, non era mai riuscito né in qualfica né in gara a rendere come il suo compagno. Il ritiro di Kimi e Max parte da un suo contatto(non che potesse fare molto), ma la ciliegina sulla torta è quando la PU va in fumo e fiamme. A Monte-Carlo vedremo il suo reale valore. Che Bottas d’arresto!
  • Stoffel Vandoorne 3: Come le posizioni in griglia di penalità che avrà a Monaco. Ma oltre al contatto con Massa, il belga non riesce proprio a rendere come il team si aspetta. Se Alonso lotta per la zona punti, lui rimane sempre nelle retrovie, mettendosi in luce solo per il contatto con Massa che mette fine al week-end di Barcellona e che complica quello di Monte-Carlo. Bahrain 2016, non ti ricordi?

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)