Penalità a Monza per le Red Bull?

Dopo un 2014 da dimenticare, la Red Bull sembrava aver trovato con la power unit Renault l’affidabilità di cui necessitava per essere competitiva come gli altri team.

In questa metà stagione del 2017 però, le power unti marchiate TAG-Heuer sembrano essere meno affidabili del solito, e la Red Bull potrebbe essere costretta a scontare a Monza la prima penalità della stagione.

Ricciardo e Verstappen infatti, hanno già utilizzato ben quattro motori endotermici, quindi risulta altamente improbabile che i due riescano a terminare la stagione senza utilizzare un’altra unità.
Risulta quindi facile pensare che la Red Bull deciderà di omologare la quinta unità endotermica proprio per il GP di Monza per due motivi: la necessità di affrontare questa pista con una power unit nuova e la facilità di sorpasso offerta dal tracciato brianzolo, aspetto che potrebbe minimizzare gli effetti di una partenza dal fondo dello schieramento.

La sostituzione dell’ICE comporterebbe dieci posizioni di penalità in griglia. Ricciardo però potrebbe montare anche un nuovo turbo, subendo così altre cinque posizioni di arretramento. Verstappen è invece in difficoltà solo per quanto riguarda il motore endotermico, e potrebbe utilizzare altri componenti della power unit nuovi, restando però nei limiti stabiliti dal regolamento.

Un piccolo dato statistico è d’obbligo: questa penalità sarebbe la seconda in due anni per le monoposto di Milton Keynes.