Peter Sauber: “una fortuna che Marchionne abbia diretto la nostra partnership con Alfa Romeo”

Seppur abbia venduto l’ononimo team nel 2016, Peter Sauber è ancora presente nello spirito della squadra elvetica. Il fondatore, in un’intervista dal quotidiano svizzero Neuer Zurcher Zeitung, ha parlato del presente e del futuro della squadra in Formula 1, a cominciare dalla partnership con Alfa Romeo. “E’ semplicemente lo sponsor principale, non c’è un cambio di proprietà.” – ha commentato Peter.

“Dal nostro punto di vista è stata una fortuna che Sergio Marchionne abbia diretto il tutto. Ha una reputazione di gran successo nel settore automobilistico. Se in Italia verremmo chiamati Alfa Romeo? Può succedere, può andare bene, ma non vedo la Sauber come un nome secondario. Più che altro vedo Alfa Romeo come un apprezzamento, è un marchio che suscita passione.”

Sauber spera anche che i nuovi accordi (PU Ferrari 2018) possano permettere alla squadra di lasciare i bassifondi della classifica (ultimo posto costruttori nel 2017). “Così fa male.” – commenta il fondatore – “Speriamo e crediamo di poter riuscire a stabilirci verso metà classifica. Rimpianti per la vendita? No, non è stato neanche difficile, gli ultimi 2 anni erano per me molto impegnativi. Oggi la Sauber è la quarta squadra più vecchia in F1 dopo Ferrari, Williams e McLaren. Era una missione impossibile. Questo mi rende orgoglioso.”