Pioggia di penalità ad Austin, 25 posizioni per Hartley!

A poche ore dall’inizio delle qualifiche di Austin, inizia la – purtroppo – consueta pioggia di penalizzazioni per molti piloti.

Il primo a farne le spese è il debuttante Brendon Hartley, costretto a pagare 30 posizioni di penalità per via della nuova power unit installata sulla sua Toro Rosso. Intelligente mossa da parte della Scuderia faentina, che farà trovare a Gasly una monoposto con la power unit quasi nuova di zecca in vista delle gare conclusive di questo campionato mondiale di Formula 1 2018.

Hartley però non sostituirà la sua power unit con una ‘comune’ power unit, bensì con una power unit modificata e messa a punto dalla Renault appositamente per tre monoposto: la Toro Rosso di Hartley, la Renault di Hulkneberg e la Red Bull di Verstappen. Questa power unit dovrebbe essere la ‘madre’ di quella che vedremo nel 2018, quindi potrebbe essere più performante di quelle attuali. Inoltre, vedere questa power unit in azione potrebbe essere un buon riferimento per la McLaren.

Venti posizioni di penalità per Nico Hulkenberg, anche lui con quasi tutta la power unit nuova e quindi per Verstappen, che conserva la parte elettronica della sua unità motrice sostituendo però unità termica e turbocompressore.
Cinque posizioni di penalità anche per Stoffel Vandoorne.

Da segnalare la sostituzione delle trasmissioni sulle Ferrari SF70-H di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen che, però, non incorreranno in penalizzazioni.

Credit Photo: Photo4 s.r.l.