Prende forma il calendario 2018: una gara asiatica sarà mantenuta

Un nuovo accordo per mantenere il Gran Premio di Cina è stato abbozzato e dovrebbe essere ratificato nelle prossime settimane, secondo quanto comunicato da uno dei dirigenti della Formula 1, Sean Bratches.

I nuovi ambiziosi proprietari statunitensi della Formula 1 hanno rilasciato il calendario provvisorio per il 2018 lo scorso giugno e Shanghai è stata inserita solo come circuito provvisorio, assieme a Singapore. Questa situazione ha dato vita alle voci secondo cui entrambe le gare asiatiche avrebbero potuto essere rimosse dal calendari. Bratches, direttore delle operazioni commerciali della F1, ha dichiarato ad AFP a Shanghai: “Abbiamo lavorato parecchio con Juss Event, il promotore, raggiungendo un principio di accordo“.

Credo che l’accordo verrà ratificato completamente il prossimo mese“. Bratches ha aggiunto che i capi della F1 hanno rilasciato il calendario provvisorio del 2018 in anticipo rispetto al solito, con l’obiettivo di rendere la Formula 1 ancora più vicina ai tifosi e agli sponsor.

Quando l’anno prossimo verrà divulgato il nuovo calendario, Shanghai non sarà una pista provvisoria, in quanto stiamo per sottoscrivere un accordo di lunga durata”. L’accordo attuale con il Gran Premio cinese scade alla fine di quest’anno, ma il rinnovo sembra oramai cosa fatta.

Il circuito di Shanghai è stato teatro della prima gara di Formula 1 nel 2004. La prima gara fu vinta da Rubens Barrichello alla guida della Ferrari, mentre il pilota con più vittorie è Lewis Hamilton con ben cinque successi.