Qualifica a due facce per la Racing Point

La Racing Point è riuscita a portare una sola macchina in Q3, quella di Sergio Perez,il pilota messicano si è qualificato decimo con il tempo di 1.22.781 mentre il suo compagno di squadra Lance Stroll si è fermato al Q2, sedicesima posizione con 1.23.017.
Forse ci si aspettava qualcosa di più dal team ex Force India, almeno qui a Melbourne la Haas e l’Alfa Romeo sono sembrate più veloci ma c’è ancora una gara da correre e il tracciato di Melbourne rimane comunque una pista sui generis.

Sergio Perez ha così commentato la sua prestazione:
“Approdare alla Q3 è un buon modo per iniziare la stagione. Abbiamo fatto un grande lavoro durante la qualifica e sono molto contento del giro fatto in Q2, la chiave è stata non fare errori e capitalizzare al massimo il nostro potenziale. Sarà interessante vedere come andrà la gara ma i sorpassi qui sono difficili ed essere nella top 10 è importante, speriamo di mantenere la posizione al via e magari guadagnarne qualcuna. Come dico sempre, l’importante non è in quale posizione inizi la stagione ma in quale la finisci. C’è un grande potenziale in questa macchina e speriamo di poterlo aumentare nel corso della stagione”.

Meno soddisfatto, ovviamente, Lance Stroll, alla prima qualifica con il team:
“Oggi il mio giro migliore è stato condizionato dal traffico: ho trovato Grosjean, che si stava lanciando, in curva 9 e ho perso un sacco di tempo. È stato un peccato perché mi sentivo molto bene con la macchina e andavo sempre più veloce durante il Q2. Tutto quello che posso fare ora è guadagnare posizioni alla partenza e vedere come va la gara. Abbiamo un buon passo e possiamo ottenere un buon risultato”.