Raikkonen: “Mi serviva un errore di Bottas”

Kimi Raikkonen, pilota finlandese della Ferrari, ha dichiarato di non essere riuscito a raggiungere Bottas e solo con un errore del connazionale sarebbe potuto passare

16.09.2018 - Race, Kimi Raikkonen (FIN) Scuderia Ferrari SF71H

I due finlandesi non hanno fatto meglio della quarta e quinta posizione, con Raikkonen che partiva dietro Bottas e non è riuscito a passargli davanti.
In gara Raikkonen è dovuto rimanere per tutti i 61 giri dietro a Valtteri Bottas senza mai riuscire ad avvicinarsi.
Solo nel finale Kimi ha provato a prendere la Mercedes del connazionale, abbassando sensibilmente i suoi tempi e arrivando a pochi decimi dal pilota numero 77.
Tuttavia, Raikkonen si è dovuto rassegnare di fronte ad un Mercedes abbastanza veloce ed una Ferrari suo malgrado lenta.

“La macchina si comportava bene e avevamo una buona velocità – ha dichiarato Kimi Raikkonen – ma oggi in gara non è successo granché. Molte volte siamo rimasti bloccati dietro a qualcuno e ci siamo ritrovati dall’attacco alla gestione. Qui è difficile sorpassare, a meno che chi ti stia davanti non commetta un errore. Bottas era in difficoltà con le gomme anteriori e molte volte arrivava al bloccaggio. In quei frangenti riuscivo ad avvicinarmi a lui, ma non ero mai abbastanza vicino per superarlo. Quando mi avvicinavo dovevo lasciarlo andare nel secondo settore perchè stare così vicini su questa pista ti porta a perdere molto carico aerodinamico. Perdere trazione e scivolare vuol dire accorciare di molto la vita degli pneumatici e non potevamo permetterci di perdere posizioni. Se la gara fosse durata qualche giro in più avrei sicuramente superato Valtteri. Non aveva più gomma e se mi fossi avvicinato nuovamente non penso che avrebbe lottato ancora.”

Kimi Raikkonen ha poi analizzato la parte iniziale della gara: “Nel primo stint siamo rimasti fuori il più a lungo possibile sperando magari in una Safety Car. Purtroppo non è successo e siamo rientrati per cambiare gli pneumatici. Qui a Singapore la qualifica è la chiave di tutto e, se parti nel gruppo, la tua gara finisce per essere noiosa e piatta, bloccato da altre monoposto e senza possibilità di attacco. Non abbiamo potuto sfruttare mai la nostra velocità. Volevamo di più, questo è ovvio, ma un terzo e un quinto posto è quello che abbiamo ottenuto.”

Kimi va via da Singapore con un monte punti pari a 174 e con ancora 3 punti in più rispetto a Bottas.
Questo distacco gli consente di conservare la terza posizione in campionato, ma gli servirà un altro colpo di reni per mettere il piazzamento al sicuro.

Credit Photo: Google Images

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.