Red Bull, Gasly messo KO da un semiasse

Un problema tecnico ha vanificato l’ottima gara che il francese stava facendo a Baku

Pierre Gasly stava facendo la sua gara più bella da quando è in Red Bull. A Baku il pilota transalpino, partito dalla pit-lane per aver mancato il controllo dei pesi nelle FP2, ha sfruttato al massimo le gomme medie, rimontando fino alla sesta posizione. Purtroppo, un problema tecnico ha costretto al ritiro il giovane francese, che ha parcheggiato la sua RB15 lungo la via d’uscita in curva 5.

All’inizio si pensava fosse un problema della PU Honda la causa del ritiro, ma alla fine esso si rivelerà essere un semiasse danneggiato, come dichiarato dallo stesso Gasly durante le interviste post-gara. “Questo fine settimana è andato molto meglio rispetto agli altri.”, ha esordito Pierre. “Mi sentivo meglio con la macchina e potevo guidare come volevo. Sapevo che la penalità dalla pit-lane mi avrebbe impedito di lottare per il podio, ma eravamo veloci per recuperare e mettere a segno punti importanti.”

“Le cose si stavano mettendo bene in gara, poi è arrivato il guaio al semiasse. Comunque stiamo andando nella giusta direzione, mi sto adattando, la vettura è più prevedibile e ho anche cambiato approccio. C’è ancora da lavorare su alcuni aspetti, ma miglioramo ogni week-end e il team è sulla strada giusta.”, ha concluso Gasly. A Barcellona vedremo finalmente Pierre competere alla pari con il suo compagno di squadra e gli altri top-drivers?

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)