Red Bull, le parole dei piloti dopo le qualifiche di Singapore

Verstappen: "Proverò a superare Hamilton e vincere", Ricciardo: "Abbiamo un buon passo, ma le qualifiche sono importanti. È stato frustrante"

La Red Bull è tornata in prima fila dopo diversi appuntamenti. Era infatti dal Gran Premio di Monaco che una Red Bull non si trovava in prima fila. In quell’occasione fu Ricciardo a portare la Red Bull in pole position con un giro letteralmente strepitoso.

Dei due piloti, solo Ricciardo aveva la monoposto equipaggiata con la ‘Spec C’ di Renault, ma è stato Max Verstappen a conquistare il tempo migliore tra i due.

Max Verstappen: “Oggi è stata la mia migliore sessione di qualifica da quando sono in Formula 1. Visti i problemi che abbiamo avuto al motore, sono stato molto sorpreso di conquistare la seconda posizione. Il mio giro in Q3 è stato davvero buono e abbiamo fatto molti progressi di sessione in sessione con il setup. Ho sentito la macchina davvero bene nella fase finale. Lo step migliore lo abbiamo fatto quando siamo riusciti a trovare un pò di grip in più all’anteriore. Questo ci ha aiutato molto in Q2 ed in Q3. In tracciati così, fare meno errori degli altri pur avendo una buona velocità si traduce nella prima fila. Sono davvero contento. Se domani dovessi riuscire a conquistare qualche metro a Lewis ed a passargli davanti, potrei puntare a vincere. In questo tracciato è difficile superare, quindi devo provarci. Qui è probabile che ci sia la Safety Car a scombinare le cose, ma farò comunque del mio meglio. Posso certamente dire che mi sono messo in una posizione buona per provarci”

Daniel Ricciardo: “È stata una strana sessione e sono stato sorpreso nel vedere quanto ritmo abbiamo perso in Q3. Abbiamo fatto diversi cambiamenti tra FP3 e qualifiche e all’inizio la macchina sembrava andare davvero bene. Tutto quello che abbiamo cambiato sembrava andare bene e riuscivamo ad essere sempre più veloci ad ogni miglioramento del tracciato. All’improvviso, però, abbiamo perso ritmo e non c’è stato nulla da fare. Non so spiegare quello che è successo ma è stato davvero frustrante. Penso di aver avuto una grandissima occasione di tornare in prima fila ma in un’ora abbiamo perso un secondo dai nostri rivali. Dopo due tentativi in Q3 non siamo assolutamente riusciti a migliorare. Sentivo come se stessimo facendo tutto giusto ma qualcosa comunque non migliorava. Abbiamo un buon passo gara, ma in un tracciato cittadino le qualifiche sono la parte più importante. È stato strano e frustrante e spero che troveremo delle risposte entro domani”