Red Bull: l’incidente di Verstappen causato da un bloccaggio dell’acceleratore

Il team Red Bull torna su quello che è stato per loro un disastroso GP Bahrain. A parte che le due macchine si sono ritirate nei primissimi giri, per Max Verstappen il week-end ha cominciato a girare male dal sabato, quando nella Q1 è andato a schiantarsi in uscita di curva 2 per quello che sembrava un errore da dilettanti. Lo stesso Max ha poi dichiarato di aver avuto “un aumento di potenza improvvisa di 150 cavalli”.

All’inizio lo abbiamo tutti preso in giro, pensando che stesse solo cercando di nascondere quello che sembrava essere un suo errore grave. Ma forse stava raccontando la verità. A Milton Keynes hanno scoperto infatti che nel V6 turbo Tag Heuer (Renault) dell’olandese era rimasta aperta la farfalla del gas. Ergo, ciò avrebbe causato il bloccaggio dell’acceleratore nel momento in cui Verstappen è andato a sbattere.

La Red Bull ha già avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo, e dalle prime voci si direbbero che si è trattato di un errore umano in fase di montaggio. La squadra infatti aveva smontato la PU di Verstappen  per un problema elettrico che gli aveva impedito di girare nella FP1. Ora, se ciò venisse confermato, il nostro giudizio su Max cambierebbe, visto che in quelle condizioni poteva finire anche peggio.