Red Bull minaccia la F1: “Pronti a trasferirci nel WEC se le condizioni non saranno accettabili!”

Photo by Andy Hone / LAT Images

La Formula 1 sta passando nel suo periodo di rivoluzione. Per il 2021, infatti, Liberty Media e FIA hanno promesso dei nuovi regolamenti sia sportivi che tecnici per dare ulteriore nuova linfa allo sport automobilistico. Ma in questa fase, è difficile accontentare tutti i costruttori e team partecipi al mondiale. Uno di questi ‘clienti difficili’ è certamente la Red Bull, a cui proprio nel 2020 scade l’accordo per competere in F1.

“Nè noi nè Honda abbiamo ancora deciso in merito”, commenta ad Autosport Helmut Marko. “Tuttavia per la fine di questo periodo ci aspettiamo nuove regole, nuovi motori e nessun nuovo Patto della Concordia. Non vogliamo nuovamente sottostare a chi gestisce la F1, dato che nessuna promessa fatta ci è mai stata mantenuta.”

La Red Bull ha fatto il suo debutto nel 2005 rilevando la Jaguar, combattendo nel centro gruppo. Sfruttando la rivoluzione tecnica del 2009 e la sua collaborazione con Renault, il team austriaco ha conquistato dal 2010 al 2013 quattro titoli piloti e altrettanti costruttori con Vettel e Webber. Ora i bibitari hanno appena rotto il rapporto con Renault dopo un periodo difficile e sperano con Honda di poter ritornare ai tempi d’oro.

Se la Formula 1 non sarà più nei loro interessi dopo il 2020, tuttavia, hanno un’altra strada da percorrere. Ed è quella del WEC, dato che insieme al loro partner Aston Martin hanno creato la hypercar Valkyrie (nata dalle mani di Adrian Newey), che rispetterebbe i parametri della nuova ononima classe che dal 2020 sostituirà la LMP1 (LINK).

“Portare la Valkyrie alla 24 ore di Le Mans è un’opzione, specialmente se Liberty Media introdurrà il Budget Cap.”, ha continuato Marko. “Se per stare in F1 ci toccherà fare dei tagli al personale, guarderemo altrove”. Quella del mondiale endurance, inoltre, sarebbe una furba mossa per evitare costi esorbitanti: “Nel WEC vince il costruttore, quindi l’onere principale andrebbe alla Aston Martin, ma chi correrà sarà la nostra Valkyrie.”

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)