Roebuck: “Alonso è il miglior pilota del ventunesimo secolo”

Nigel Roebuck, storico giornalista di Autosport, si è espresso al programma settimanale di Motorsport.tv The Flying Lap. Roebuck ha affermato che Alonso è il più grande pilota di Formula 1 del ventunesimo secolo.

Secondo Roebuck, nonostante sia passato oltre un decennio da quando Alonso ha vinto il suo secondo titolo mondiale e nonostante il pilota spagnolo non vinca un Gran Premio dal 2013, quest’ultimo è ancora tra i migliori piloti in pista grazie alla sua guida aggressiva e determinata nonostante la sua monoposto non sia competitiva.

Roebuck ha anche aggiunto che Alonso è stato superiore a Michael Schumacher, in quanto ha fatto meglio del tedesco in proporzione alle auto guidate.

Credo che Fernando sia il miglior pilota di questo secolo e lo penso da 12 anni. La cosa impressionante è che in lui non vedo punto deboli. Rob Smedley, quando era in Ferrari e lavorava con Massa, aveva contatti anche con Alonso e si era reso conto che lo spagnolo non ha nessun punto debole. Questo a differenza di tutti gli altri piloti, che invece hanno alti e bassi. Fernando non ha mai un momento storto. Questo è un aspetto ‘geniale’ che lo distingue da tutti gli altri piloti. Ad esempio Vettel, non solo ha giornate storte, ma anche stagioni cattive, come la 2014. Lewis Hamilton ha invece weekend negativi, nei quali sembra non essere all’altezza”.

L’ideale sarebbe stato uno scambio tra Sebastian Vettel e Alonso ma la politica della Red Bull non consente di inserire piloti eterni. Un mio amico, un ex pilota, crede che adesso Dieter Zetsche e Sergio Marchionne abbiamo stipulato un patto, in virtù del quale nessuno dei due potrà tentare di ingaggiare Alonso“.

Questi complimenti arrivano mesi dopo le dichiarazioni sulla 500 miglia di Indianapolis. Secondo Roebuck, Alonso era l’unico pilota di Formula 1 che avrebbe potuto essere davvero competitivo nella celebre corsa americana, in quanto lo spagnolo è un “warrior”, non si lascia intimidire da nessuno ed è un pilota di razza.