Sainz in Red Bull nel 2019?

Il 2018 vedrà Carlos Sainz come portacolori della Renault, team in cui è arrivato dal Gran Premio degli Stati Uniti.

Non c’è da dimenticare, però, che questo è solo un prestito che la Red Bull ha fatto alla Renault, che è il motorista che fornisce le power unit sia alla Toro Rosso (ex team di Sainz) che alla Red Bull stessa.

Il fatto che Sainz possa approdare in Red Bull nel 2019 è stato fatto intendere dallo stesso Helmut Marko, attuale consulente del Red Bull Racing Team: “Abbiamo dato in prestito Sainz alla Renault perchè non sappiamo cosa deciderà Ricciardo a fine 2018. Il nostro obiettivo è quello di mantenere i nostri attuali piloti, ma se questo non accadrà, Carlos Sainz sarà ancora disponibile, perché è sempre sotto contratto con noi.”

Marko ha poi proseguito: “Ricciardo ha 28 anni e la prossima stagione sarà molto importante e decisiva per lui. Sappiamo che si prenderà del tempo per scegliere quale sarà la decisione migliore per lui e per la sua carriera, anche se chiaramente sa quali sono le nostre intenzioni. E’ chiaro che vogliamo tenerlo con noi, ma ancora è presto per parlarne”.

La situazione è quindi chiara: Marko e la Red Bull aspetteranno di capire le intenzioni di Ricciardo prima di decidere se scaricare Sainz o se promuoverlo in Red Bull.

Quello che è chiaro, però, è che Sainz è attualmente uno dei piloti dal futuro più roseo presenti attualmente in Formula 1. La sua crescita è palese ed anche alla sua prima gara in Renault ha dimostrato di essere davvero veloce, conquistando un ottimo settimo posto.

Adesso per lui è necessario che un paio di eventi si incrocino, così da poter sperare di arrivare in un top team dalla porta principale.