Toro Rosso: a Shanghai Albon ancora a punti, delusione per Kvyat

Toro Rosso: a Shanghai Albon ancora a punti, delusione Kvyat

Sul circuito cinese Albon ha conquistato la decima posizione partendo dalla pit lane, mentre Kvyat è stato costretto al ritiro

La Toro Rosso aveva buone sensazioni per il weekend di gara Cinese e, in un certo senso, così è stato.

A regalare emozioni alla scuderia di Faenza è stato in primis Alex Albon: alla sua terza gara in Formula 1, il pilota tailandese ha conquistato la decima posizione e messo in tasca un altro punto per il Mondiale.

Dopo l’incidente durante la terza sessione di libere, sembrava impossibile che il team potesse riuscire a sistemare tutto nei minimi dettagli in vista della gara di domenica, ma il duro lavoro ha certamente ripagato tutti. 

Prima di tutto vorrei ringraziare davvero tanto il team per il duro lavoro che hanno fatto ieri. Dopo le FP3 non avevamo grandi sensazioni positive, ma i ragazzi hanno lavorato davvero duro l’altra notte per cambiare il telaio, quindi meritavano una bella gara e sono contento di aver portato a casa un punto per premiare il loro sforzo”.

Secondo le parole di Albon, la gara è stata difficile fin dai primi minuti e il team è stato costretto a cambiare strategia per cercare di mettere in tasca comunque un buon risultato: inizialmente, Albon avrebbe dovuto effettuare due soste, ma il degrado delle gomme è stato talmente elevato da costringere lui e la scuderia a cambiare le carte in tavola.

Dal momento che sapevamo dalla seconda sessione di prove libere che eravamo bravi a gestire le gomme, abbiamo deciso di provare a sopravvivere con la mescola dura. Ero un pò nervoso verso la fine della gara, quando Grosjean stava recuperando su di me, ma sono davvero contento di averla spuntata!

Amaro, invece, il Gran Premio di Daniil Kvyat, oggi baciato dalla sfortuna fin dal primo giro della gara.

Alle prime curve, infatti, il pilota russo è andato in collisione con le due McLaren, non riuscendo poi a recuperare il ritmo e anzi venendo penalizzato con un drive thorugh, dopo il quale è sopraggiunto il ritiro della sua monoposto.

È stata una gara sfortunata oggi perché dopo il primo giro era già praticamente finita. Il ritmo che abbiamo mostrato in pista con una monoposto danneggiata era comunque forte, per cui mi dispiace non essere stato in grado di trasformarlo in un buon risultato, dato che oggi c’era la possibilità di andare a punti”.

In merito alla penalità inflitta, Kvyat e il team hanno espresso molto aspramente le proprie opinioni in merito, sottolineando come la colpa non fosse stata del pilota russo, quanto più di una manovra errata di Norris.

Ho visto l’incidente al primo giro con le due McLaren e non sono proprio d’accordo con la penalità. Penso che fosse un semplice caso di una monoposto a sandwich tra altre due e queste cose possono succedere quando si è così vicini”.