Toro Rosso: superati i crash test per il 2019!

La Toro Rosso ha comunicato ufficialmente di aver superato i crash test per il campionato mondiale di Formula 1 2019

La Toro Rosso, fresca di partnership con Randstad Italia ha ufficialmente comunicato che il telaio della STR14 ha brillantemente superato i crash test imposti dalla FIA per la stagione 2019. La notizia arriva dopo qualche settimana dalla ripresa dei lavori dopo la pausa natalizia. Una buona notizia per i tecnici che, attualmente senza una ‘guida’ hanno comunque portato a termine tutte le operazioni pianificate.

Dopo l’uscita di James Key, infatti, la Toro Rosso è senza un direttore tecnico. Ma il passaggio di Key alla McLaren non ha assolutamente fermato i lavori. Inoltre, parte del telaio è praticamente identica a quella della Red Bull, visto che entrambe le scuderie avranno power unit Honda nella prossima stagione. Inoltre, come confermato anche dal team di Milton Keynes, molti componenti della STR14 saranno ereditati dalla ‘cugina’ RB14. Componenti quali la trasmissione, il differenziale e le sospensioni arriveranno direttamente dallo stabilimento inglese nei prossimi giorni. Questo perchè produrre componenti per due vetture contemporaneamente sarebbe impossibile, quindi è lecito aspettarsi che la RB15 sarà presentata molto tardi.

La Toro Rosso è stata prima squadra a ricevere l’ok della Federazione, quindi non utopia aspettarsi altri annunci di questo tipo nei prossimi giorni.
Adesso, con i crash test superati, i tecnici potranno avvicinarsi alla prima fase di lavoro in pista senza dover spingere al massimo sull’acceleratore. I ritmi comunque, sono serratissimi e, dopo il primo ‘fire up’ della power unit Honda, si procederà con il primo assemblaggio.

La monoposto con cui Daniil Kvyat e Alexander Albon scenderanno in pista per il Campionato Mondiale di Formula 1 2019 è quasi pronta. Adesso non ci resta che attendere la presentazione ufficiale per apprezzarne anche i dettagli aerodinamici. Riuscirà la Scuderia di Faenza a migliorare il suo miglior risultato in Formula 1 relativo alla classifica costruttori? Oppure il quinto posto rimarrà un miraggio anche per la stagione 2019?