Toto Wolff: “Bottas gran lavoratore. Halo? Non c’era altra scelta”

Tra duelli, contatti e polemiche, la Formula 1 è appena passata al giro di boa della stagione. Con 10 gare fatte e 10 ancora da disputare, i team e i piloti danno i loro primi bilanci su un anno che inevitabilmente ha cambiato e cambierà il mondo della Formula 1. Sfruttando una Q&A con i tifosi della Mercedes, il boss Toto Wolff ha risposto a varie domande su quello che è successo nella prima parte di stagione sia dentro che fuori dalla pista.

“Non importa dove siamo a metà stagione” – ha detto Wolff – “Certo, è bello avere un bel vantaggio nel campionato costruttori, ma allo stesso tempo siamo ancora indietro nella classifica piloti. Sorpresa della stagione? La Ferrari. E’ stato impressionante vedere quanto siano cresciuti rispetto all’anno scorso. Sono soddisfatto anche della competitività della Force India con questo grande duello che c’è tra i due piloti (Perez ed Ocon).”

Poi si è parlato ovviamente della grande sorpresa della stagione Valtteri Bottas e del posto che ha preso dal campione uscente Nico Rosberg: “Sono due personalità completamente diverse. La gente dice che è stato facile per Nico entrare in F1. Ma io non la vedo allo stesso modo. Ha raggiunto il suo obiettivo di diventare campione del mondo di Formula 1 ed io ho rispettato la sua decisione di smettere. Bottas vola basso, la politica non gli interessa, è molto aperto e diretto. Non mi ha sorpreso quanto si sia adattato bene al nuovo team. Lui è un gran lavoratore.”

Anche l’Halo è finito inevitabilmente tra gli argomenti principali trattati dal boss della Mercedes. Se personalità come Lauda e Brundle si sono scagliati contro la decisione della Federazione di promuovere la soluzione della stessa casa tedesca, Toto invece la vede come una strada che doveva essere presa prima o poi: Temo che qui la FIA non avesse altra scelta. – ha specificato Wolff – “La FIA vuole aumentare la sicurezza e i dati dimostrano che l’Halo lo fa rispetto ad altri sistemi (come lo Shield). Vero, non mi piace l’aspetto. Ma ormai la decisione è stata presa, ora possiamo soltanto migliorare.”

Ultimo ma non ultimo, alla domanda se ci saranno ordini di squadra tra Hamilton e Bottas, Toto Wolff ha risposto così: “Fino a quando entrambi hanno la possibilità di vincere il titolo, no! Tuttavia, quando si arriva a una posizione in cui uno ha l’opportunità di diventare campione del mondo, ma l’altro no, allora questo cambierà. Attualmente, voglio vedere entrambi i piloti in corsa per il titolo”.