Tre posizioni di penalità per Stroll e Magnussen

Oltre alle penalità comminate a Hartley, Hulkenberg, Verstappen e Vandoorne, anche Stroll e Magnussen hanno ricevuto tre posizioni di penalità.

Se per i primi le penalità sono giunte a causa di componenti della power unit sostituiti in sovrannumero, per i secondi è stata la condotta in pista durante le qualifiche a far sì che i commissari comminassero queste penalità.

Per il danese Kevin Magnussen, la causa della penalità è stato il blocco di Perez nel secondo settore. Al pilota della Haas è stato tolto anche un punto sulla superlicenza. La FIA, in merito alla sanzione del danese ha scritto: “Il pilota della vettura numero 20 ha ammesso di aver ostacolato l’auto numero 11 e il team ha riconosciuto di aver inavvertitamente detto al proprio pilota che Perez si trovava nel suo giro d’uscita. Magnussen e la Haas hanno chiesto scusa a Perez per l’errore”.

Leggermente diversa la situazione di Lance Stroll: il canadese stava cambiando mappatura della centralina sfruttando i comandi del volante, il tutto sotto la guida del suo ingegnere. A causa di questi ‘lavori in corso’, il canadese è stato avvisato tardi dell’arrivo di Grosjean, creando quindi una situazione di pericolo. Per evitarlo, Grosjean è dovuto andare fuori pista mentre procedeva a velocità elevata, prendendosi un grosso rischio.

La Federazione, ha così motivato la sanzione al pilota canadese: “Stroll procedeva in un giro lento, Grosjean in uno veloce. Il portacolori Williams stava cambiando setting sotto la guida del proprio ingegnere e ha ricevuto un avvertimento tardivo per il sorpasso del pilota Haas. È ovvio che il canadese non ha potuto vedere dai propri specchietti il collega, e ha spiegato che non poteva andare a sinistra, perché sopraggiungeva Kvyat. Gli steward credono che Stroll abbia fatto il possibile in quelle circostanze, ma si trattava di una situazione molto pericolosa, data la differenza di velocità tra le due monoposto. Gli Steward pensano che il team Williams avrebbe dovuto dare più indicazioni al proprio pilota”.

Anche per il canadese, oltre alle tre posizioni di penalità, è stato tolto un punto sulla superlicenza.

In merito all’episodio tra Stroll e Grosjean, il francese aveva dichiarato alla stampa: “Un pò pericoloso, non trovate? Le qualifiche sono sempre pericolose con molto traffico in pista e da questa situazione molto pericolo ne siamo usciti tutti illesi. Per fortuna non sono andato in testacoda quando ho messo le ruote sull’erba!”