Verstappen Sr.: “Vettel non sanzionato per ragioni politiche”

L’ex pilota, tra le altre, di Benetton, Arrow e Minardi Jos Verstappen, padre di Max ha affermato che Sebastian Vettel ha evitato sanzioni per la partenza del GP di Singapore solo per “ragioni politiche”.

L’incidente che ha portato allo scontro a tre tra Vettel, Verstappen e Raikkonen è stato classificato come “normale incidente di gara” dalla FIA.

Max Verstappen non aveva risparmiato commenti di fuoco contro la Ferrari e, in particolare, nei confronti di Vettel: “Sono finito in un sandwich, tra Raikkonen e Vettel, non ho potuto frenare. Ho visto Kimi arrivare da sinistra e Vettel da destra, non ho potuto evitarli. Non capisco il punto di vista di Vettel: lui lotta per il Mondiale, io ‘solo’ per la vittoria. Avrebbe perso un paio di posizioni e magari le avrebbe recuperate. Sono contento che non sia costato solo a me l’incidente e siamo andati tutti fuori“.

In un’intervista a Motorsport-Magazin.com prima che gli steward dichiarassero che non vi era nessun pilota da condannare in maniera predominante driver, Verstappen Sr. aveva previsto che non sarebbero state comminate sanzioni a Vettel, proprio per non compromettere la lotta al vertice.

Jos Vertappen ha aggiunto: “Probabilmente non vi sono state vere e proprie sanzioni perché con una penalizzazione  Vettel avrebbe detto addio alla lotta al titolo”.

Con una sanzione vera, il campionato sarebbe finito. Ecco perché non sono stati presi provvedimenti“.