Vettel: “Ancora non è finita. Possiamo risalire”

Il campionato di Formula 1 è arrivato alla pausa estiva con un distacco molto importante tra i due contendenti al titolo. La distanza tra Hamilton e Vettel è infatti di 24 lunghezze, con il britannico che ha sfruttato al meglio ogni episodio a sua disposizione.

Questo gap, però, non è stato frutto di una egemonia iniziata in Australia ma è stato frutto di due gare in cui Hamilton è riuscito a fare bottino pieno: 50 punti conquistati tra Germania ed Ungheria contro i 18 conquistati da Vettel. Come detto però, questo distacco non è uno specchio che esprime ‘onestamente’ i valori visti in pista in questa prima parte di stagione.

Sebastian Vettel, però, si rifiuta di definirsi battuto. Pensa che la fortuna possa cambiare verso e sorridere finalmente alla Ferrari e al tedesco. “Le cose a volte sono girate dalla nostra parte, altre volte no. Il mio punto di vista è che la Ferrari si è dimostrata una squadra abbastanza solida con una vettura molto affidabile. A pesare è l’errore della Germania: non stavo forzando, all’improvviso sono volato fuori. Come ho detto, è stato un piccolo errore molto costoso. Fa male, ma fa parte del gioco. Non possiamo tornare indietro nel tempo, ma sono fiducioso che se avremo la macchina giusta potremo metterli ancora sotto pressione. E faremo la differenza nella seconda parte di stagione.”

Seb ha poi continuato: “L’anno scorso abbiamo perso il campionato perchè la nostra vettura non è stata abbastanza veloce nella parte finale di stagione per poter combattere con gli altri. Questo abbiamo dimostrato che la nostra macchina è più efficiente e ha ancora molto potenziale da tirare fuori. Sono fiducioso del fatto che gli sviluppi che sono attualmente in cantiere faranno la differenza nel rush finale della stagione”

I due contendenti torneranno a sfidarsi in Belgio domenica 26 agosto, sullo storico tracciato di SPA.
Vettel e Raikkonen faranno tutto quanto in loro potere per contrastare la Mercedes e vincere questa sfida che da troppi anni viene vinta dalle frecce d’argento.