Vettel, così no…

Se vuoi vincere il Mondiale, non puoi fallire le occasioni a te favorevoli. Vettel in teoria questo dovrebbe saperlo bene, eppure nel weekend di casa, è incappato in un gravissimo errore che gli è costato la vittoria e la testa della classifica. Da questo corre per la Ferrari, non è la prima volta che il tedesco combina un disastro, ma stavolta si è superato. Inutile girarci intorno; la Rossa è nettamente la monoposto migliore, la vettura da battere. Il weekend dell’Hockenheim è stato solo una conferma di quanto già si vede da tempo. Eppure, nonostante il dominio schiacciante ed un Hamilton in piena crisi di nervi, alla fine dalla Germania si esce con Vettel a muro e l’inglese della Mercedes trionfatore in una gara in cui scattava dal 14° posto in griglia.

Vettel a muro

La gara sembrava ampiamente sotto il controllo di Seb che è stato in testa fin dalla prima curva, ha impostato il ritmo, ha fatto selezione alle sue spalle; insomma il weekend perfetto. Poi è arrivato quello scroscio anomalo di pioggia, che ha bagnato alcune curve ma non tutte, tanto che chi ha provato a montare le intermedie ha dovuto fare dietrofront. Arriviamo così al 52° giro, curva Sachs. Una curva infida, dove in tanti hanno sbagliato nel weekend, ma che non doveva rappresentare un problema per Vettel, che invece è andato dritto, andando a pescare un pesantissimo 0 in classifica.

Così il Mondiale non si vince di certo…