Whiting: “Il DRS in curva fa emergere i migliori!”

Charlie Whiting è convinto che quanto successo in Gran Bretagna con il DRS sia dovuto solo ad errori dei piloti. Secondo il direttore di gara della Formula 1, infatti, i driver dovrebbero gestire meglio il sistema DRS.

Per la prima volta, la Federazione ha introdotto l’utilizzo del DRS nelle curve veloci proprio a Silverstone. Sul tracciato britannico, infatti, era prevista l’apertura del DRS prima del traguardo e la disattivazione del sistema all’entrata di curva 3.
Proprio l’uso del DRS ci ha fatto vedere due incidenti davvero spettacolari dovuti all’utilizzo del sistema o ad un ritardo nella disattivazione. Ericsson è andato a muro alla curva 1 a causa di un errore nella chiusura dell’ala posteriore. Grosjean invece ha chiuso troppo tardi il DRS, andando ad impostare la curva in modo errato. Entrambi i piloti hanno perso il posteriore a causa dell’assenza di carico portata dall’apertura del DRS.

Whiting ha ammesso però che questa nuova zona non ha portato i benefici sperati e ha chiarito che la gestione del DRS spetta in toto al pilota.
Il direttore di gara si ritiene comunque contento di quanto visto a Silverstone perchè i piloti più talentuosi si sono distinti. Tuttavia, nonostante una disponibilità ad aumentare le zone DRS, Whiting ha chiaramente dichiarato che non si tornerà alle vecchie norme grazie alle quali si usava il DRS in qualifica a piacimento dei piloti.
Il dirigente britannico ha infatti dichiarato: ”Il DRS ha il compito di aiutare i piloti in gara ed in qualifica. Non sarei favorevole a tornare al vecchio regolamento. Abbiamo visto degli incidenti a Silverstone dovuti alle azioni dei piloti. O aprivano presto il DRS o lo chiudevano tardi. Il pilota che lo ha usato meglio è stato Vettel. Era leggermente più lento in curva uno per sfruttarlo al massimo fino all’uscita di curva due. Il principio del DRS è quello di aumentare i sorpassi in gara, il tutto in funzione dello spettacolo”

Whiting ha anche spiegato che si è parlato molto e inutilmente dell’utilizzo del DRS: “Non capisco perchè se ne sia parlato tanto. I piloti possono scegliere anche di non utilizzare il sistema. Così come possono aprirlo quando vogliono dopo aver passato la linea di attivazione. Inoltre, va ricordato il DRS può essere attivato solo una volta dopo aver superato la linea di attivazione (la DRS line), ecco perchè dopo curva uno non poteva essere riutilizzato. Va detto, infine, che non esiste una ‘linea di chiusura’ quindi i piloti possono mantenerlo aperto più a lungo possibile. Il sistema di chiude automaticamente quando si applica una determinata pressione sul freno o si chiude manualmente tramite un apposito comando.”

Whiting ha concluso parlando del GP di Hockenheim: “E’ stata prevista anche per il GP di Germania una terza zona DRS, e anche in questo caso si potrà vedere l’ala aperta in una curva veloce. Speriamo che sia utile e soprattutto speriamo di non vedere brutti schianti come quelli visti in Gran Bretagna”.

About the Author

Daniele Zindato
Nato 23 anni fa, studente di Marketing e con passione smisurata per i motori e per il motorsport.