Williams, Kubica: “Non mi pento di essere tornato”

Il secondo debutto di Robert Kubica in Formula 1 non è andato come molti si aspettavano. Dopo le incredibili vicende in casa Williams, il polacco ha pagato sia l’assenza sui circuiti da 9 anni che i molteplici problemi della FW42, arrivata a Melbourne ‘incompleta’. Nel GP Australia Kubica ha fatto ultimo sia in qualifica (dopo un contatto a curva 10) che in gara (3 giri dal leader dopo aver rotto l’ala anteriore alla partenza).

Tuttavia, al dispetto di alcuni ex-piloti insicuri del suo ritorno (tra cui JJ Lehto), Robert non rimpiange le sue decisioni. “Non rimpiango nulla, ho pensato più di 6 settimane per prendere questa decisione.”, commenta il polacco. “Sapevo che sarebbe stato difficile, anche se non mi aspettavo una situazione come questa. Gli 8 giorni di test a Barcellona sono stati tra i più importanti degli ultimi 8 anni, sono riuscito in qualche modo ad affrontare questa difficile situazione.”

“Non sono una persona emotiva, ma dopo la linea del traguardo ho sentito di aver raggiunto un qualcosa di grande. Non mi pento delle mie scelte. Riguardo alla gara, avevo riso perchè il mio ingegnere mi aveva detto che avevo un buon passo mentre mi sembrava di essere piantato. Tuttavia non mi sembrava immaginabile due anni fa anche solo poter tornare a correre ad alti livelli. Lascio l’Australia contento.”

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)