Formula E | 2019 Monaco E-Prix, Vergne sbanca Monaco!

Jean-Eric Vergne (FRA), DS TECHEETAH and Antonio Felix da Costa (PRT), BMW I Andretti Motorsports gamble in Le Casino

Finisce sul circuito di Monte Carlo la striscia di otto diversi vincitori, perché nel Monaco E-Prix del Campionato ABB FIA Formula E il vincitore è Jean-Éric Vergne (DS Techeetah Formula E Team), davanti ad Oliver Rowland (Nissan e.dams) e Felipe Massa (Venturi Formula E Team) al suo primo podio nella serie elettrica. Ecco come si è svolta la gara!

Partenza tranquilla

Alla partenza non ci sono contatti, se non qualche leggera sportellata nelle retrovie, ma Vergne parte tranquillo in testa, con Pascal Wehrlein (Mahindra Racing) che tenta il sorpasso all’esterno, senza però avere successo. Il primo ad attivare l’Attack Mode è Sébastien Buemi (Nissan e-dams), seguito da buona parte dei piloti ma non Vergne, il quale stacca comunque Rowland che nel mentre ha superato Wehrlein autore di un errore in staccata alla Sainte Dévote. La gara appare molto equilibrata, nelle prime fasi, con pochi sorpassi e pochi contatti.

FCY: Lynn con danni, Gunther ritirato!

La prima FCY viene chiamata per un copriruota perso da Alex Lynn (Panasonic Jaguar Racing), il quale alla Nouvelle Chicane va a contatto con Alexander Sims (BMW i Andretti Motorsport) e danneggia appunto il copriruota, che si stacca alla chicane delle Piscine, portando quindi al FCY per rimuovere il pezzo. Nel mentre, anche Max Gunther (GEOX Dragon) subisce un danno come Lynn, andando poi a ritirarsi in pitlane. La bandiera verde viene esposta poco dopo, e la top 4 nel mentre è tornata a compattarsi. Anche nelle retrovie c’è un po’ di attività, che vede coinvolti Stoffel Vandoorne (HWA Racelab), Mitch Evans (Panasonic Jaguar Racing) e Sam Bird (Envision Virgin Racing).

Di Grassi a muro e ritirato!

Un altro incidente vede coinvolti in pista Sims e Lucas di Grassi (Audi Sport Abt Schaeffler), con Sims che colpisce di Grassi alla Nouvelle Chicane e lo manda a muro, danneggiando la sospensione anteriore sinistra e costringendolo al ritiro. L’incidente viene messo sotto investigazione, così come un altro incidente tra Oliver Turvey (NIO Formula E Team) e Daniel Abt (Audi Sport Abt Schaeffler).

Disastro Virgin e vittoria di Vergne

A 5 giri dalla fine, il primo colpo di scena è il ritiro di Robin Frijns (Envision Virgin Racing), in un contatto con Sims alla Sainte Dévote. Poiché la vettura è fuori traiettoria, la direzione gara non attiva la FCY, usando una doppia bandiera gialla per far spostare la vettura di Frijns. All’ultimo giro, inoltre, Bird esce male dalla chicane delle Piscine, finendo con il posteriore contro le barriere e ritirandosi ad appena due curve dal traguardo. Giornata nera per le due Virgin. Davanti, nel mentre, all’ultimo giro tutti i piloti sono uno dietro l’altro, con Vergne che ottiene il suo secondo successo stagionale davanti a Rowland e Massa, che ha tagliato il traguardo con lo 0% di batteria davanti a Wehrlein.

In attesa di sviluppi sulle investigazioni, ecco le classifiche finali:

Risultato gara
Classifica piloti
Classifica costruttori

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.