Formula E | 2019 Paris E-Prix, pole per Wehrlein!

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA - MARCH 23: Pascal Wehrlein (DEU), Mahindra Racing during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Sam Bloxham / LAT Images)

Una qualifica avvincente sulle strade di Parigi vede Pascal Wehrlein (Mahindra Racing) conquistare la sua seconda pole position in carriera nel campionato ABB FIA Formula E, davanti alle due Nissan e.dams di Oliver Rowland e Sébastien Buemi! Vediamo come si è svolta la qualifica del 2019 Paris E-Prix.

Gruppo 1

Nel gruppo 1 sono presenti i primi 5 in campionato: Jerome D’Ambrosio (Mahindra Racing), Antonio Felix Da Costa (BMW i Andretti Motorsport), André Lotterer (DS Techeetah Formula E Team), Mitch Evans (Panasonic Jaguar Racing) e Lucas Di Grassi (Audi Sport ABT Schaeffler). Tutti i piloti escono con meno di 3 minuti alla fine, e la sessione si conclude senza problemi. Questo l’ordine dei primi 5:

1 – D’Ambrosio (1:00.699)
2 – Lotterer (1:00.738)
3 – Di Grassi (1:00.761)
4 – Da Costa (1:00.952)
5 – Evans (1:01.243)

Gruppo 2

Nel secondo gruppo troviamo Robin Frijns (Envision Virgin Racing), Jean-Éric Vergne (DS Techeetah Formula E Team), Sam Bird (Envision Virgin Racing), Edoardo Mortara (Venturi Formula E Team) e Daniel Abt (Audi Sport ABT Schaeffler Formula E Team). Anche in questo caso, i piloti escono in pista con meno di tre minuti, in quanto il circuito è tale che un giro si percorre in poco più di un minuto. Nessuna emozione per quanto concerne la sessione, nessun pilota ha avuto difficoltà (e Bird è riuscito a prendere parte alla sessione dopo un contatto nelle FP1 che lo ha costretto a far ricostruire tutta la vettura). A sorpresa, Frijns riesce a portarsi in testa alla classifica, dopo le iniziali difficoltà nelle qualifiche fino al GEOX Rome E-Prix, dove sembra aver trovato la chiave per sbloccarsi. Questi sono i tempi dopo il secondo gruppo:

1 – Frijns (1:00.583)
2 – D’Ambrosio (1:00.699)
3 – Lotterer (1:00.738)
4 – Abt (1:00.739)
5 – Di Grassi (1:00.761)
6 – Mortara (1:00.801)
7 – Vergne (1:00.886)
8 – Bird (1:00.928)
9 – Da Costa (1:00.952)
10 – Evans (1:01.243)

Gruppo 3: sorpresa Nissan

Nel terzo gruppo scendono in pista Pascal Wehrlein (Mahindra Racing), Oliver Rowland (Nissan e.dams), Sébastien Buemi (Nissan e.dams), Stoffel Vandoorne (HWA Racelab), Alexander Sims (BMW i Andretti Motorsport) e Felipe Massa (Venturi Formula E Team). Sims è il primo ad uscire, con più di 4 minuti sul cronometro, preferendo fare il suo giro prima degli altri con pista completamente libera, ma non riesce a fare meglio della decima posizione temporanea, con un ottimo secondo settore. Rowland si porta in testa alla classifica, con Wehrlein che si piazza secondo e Buemi che si piazza terzo. A seguire Massa sesto, mentre Vandoorne conclude il suo ultimo giro ultimo. Questa la classifica dopo il terzo gruppo:

1 – Rowland (1:00.450)
2 – Wehrlein (1:00.549)
3 – Buemi (1:00.574)
4 – Frijns (1:00.583)
5 – D’Ambrosio (1:00.699)
6 – Massa (1:00.709)
7 – Lotterer (1:00.738)
8 – Abt (1:00.739)
9 – Di Grassi (1:00.761)
10 – Mortara (1:00.801)
11 – Vergne (1:00.886)
12 – Bird (1:00.928)
13 – Da Costa (1:00.952)
14 – Sims (1:01.037)
15 – Evans (1:01.243)
16 – Vandoorne (1:01.471)

Gruppo 4

Nel quarto ed ultimo gruppo scendono in pista Oliver Turvey (NIO Formula E Team), Gary Paffett (HWA Racelab), José María López (GEOX Dragon), Tom Dillmann (NIO Formula E Team), Max Gunther (GEOX Dragon) ed Alex Lynn (Panasonic Jaguar Racing). Con poco meno di tre minuti alla fine della sessione, i piloti iniziano ad uscire per il loro tentativo prima della SuperPole. Degli ultimi 6, López fa segnare il primo settore più veloce, ma perde moltissimo nel secondo per una frenata sbagliata e non riesce a portarsi nella top 6, concludendo ultimo. Questa, quindi, è la classifica finale prima della SuperPole:

1 – Rowland (1:00.450)
2 – Wehrlein (1:00.549)
3 – Buemi (1:00.574)
4 – Frijns (1:00.583)
5 – D’Ambrosio (1:00.699)
6 – Massa (1:00.709)
7 – Gunther (1:00.719)
8 – Lotterer (1:00.738)
9 – Abt (1:00.739)
10 – Di Grassi (1:00.761)
11 – Dillmann (1:00.784)
12 – Mortara (1:00.801)
13 – Turvey (1:00.876)
14 – Vergne (1:00.886)
15 – Bird (1:00.928)
16 – Da Costa (1:00.952)
17 – Lynn (1:01.012)
18 – Sims (1:01.037)
19 – Paffett (1:01.135)
20 – Evans (1:01.243)
21 – Vandoorne (1:01.471)
22 – López (1:07.494)

SuperPole: X, che giro!

L’ordine della SuperPole vede Massa, D’Ambrosio, Frijns, Buemi, Wehrlein e Rowland. Il giro di Felipe non è velocissimo, in qualifica lo avrebbe portato addirittura ad essere solo diciannovesimo. D’Ambrosio fa segnare il record nel secondo e terzo settore, ma non riesce a battere il tempo di Massa, portandosi ad un decimo da lui. Frijns riesce a fare molto meglio di entrambi, portandosi in testa con quattro decimi di vantaggio su Massa. Buemi riesce però a far meglio nel primo e terzo settore, portandosi in pole per appena 25 millesimi. Wehrlein migliora ulteriormente il record di Buemi, portandosi in pole di ben oltre 3 decimi. L’ultimo a scendere in pista è Rowland, il quale migliora il primo settore di Wehrlein, perdendo poi molto nel secondo e concludendo in seconda posizione, a poco meno di due decimi dal pilota tedesco. Wehrlein ottiene quindi la pole ed anche tre punti in campionato, portandolo a quota 40. L’ordine finale è quindi:

1 – Wehrlein (1:00.383)
2 – Rowland (1:00.535)
3 – Buemi (1:00.768)
4 – Frijns (1:00.793)
5 – Massa (1:01.217)
6 – D’Ambrosio (1:01.307)
7 – Gunther (1:00.719)
8 – Lotterer (1:00.738)
9 – Abt (1:00.739)
10 – Di Grassi (1:00.761)
11 – Dillmann (1:00.784)
12 – Mortara (1:00.801)
13 – Turvey (1:00.876)
14 – Vergne (1:00.886)
15 – Bird (1:00.928)
16 – Da Costa (1:00.952)
17 – Lynn (1:01.012)
18 – Sims (1:01.037)
19 – Paffett (1:01.135)
20 – Evans (1:01.243)
21 – Vandoorne (1:01.471)
22 – López (1:07.494)

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.